Cronaca Isontino

Truffa dello specchietto, segnalazioni a Gorizia e provincia

Adico: «La truffa più utilizzata sulle strade per spillare euro agli automobilisti»

«Questa mattina sono stata vittima della truffa dello specchietto a Gorizia, fra via Altieri e via Alviano». Questo l'inizio del post di Lidia Marchi sul gruppo Facebook "Sei di Gorizia se.." che per prima segnala lo spiacevole evento di cui pare essere stata vittima giovedì 2 agosto.

Il racconto

«Transitando con la mia vettura - racconta - ho sentito un forte rumore sulla fiancata. Mi sono fermata pensando che mi fosse caduta la spesa che avevo nel portabagagli. Sono stata affiancata da un uomo di 40 anni, meridionale, il quale mi ha detto che avevo urtato lo specchietto della sua autovettura, un modello station wagon grigio».

«Ho controllato - continua - ed in effetti il mio era piegato e sporco di bianco. Non voleva coinvolgere né forze dell'ordine né le assicurazioni. All'inizio mi ha chiesto 360 euro e poi 100. Gli ho dato due pezzi da 50 e mi sono allontanata. Ma non è finita così, mi ha richiamato dicendo che gli avevo dato un pezzo da 10 e un pezzo da 50. Così mi ha spillato altri 50 euro».

«Nell'autovettura - prosegue Lidia - c'erano tre bambini piccoli ed una donna, sicuramente i complici della truffa. Lo scherzetto mi è costato 150 euro. Arrivata a casa ho visto che le tracce bianche sullo specchietto non era altro che gesso».

La seconda segnalazione

Pochi giorni dopo, nello stesso gruppo Facebook, arriva una seconda segnalazione: pare che anche un'altra persona sia stata vittima della truffa dello specchietto nella provincia di Gorizia.

«Successo questa mattina a Gradisca al papà anziano di una mia amica - riporta sul gruppo Lucia Cossar - una macchina lo supera e per un po' gli sta davanti, poi rallenta. Lui la supera e nel sorpasso sente un rumore come se l'avesse urtata, quindi accosta. Volevano 300 euro perchè dicevano che aveva rotto il loro specchietto, che aveva il guscio in plastica intero ed aveva il vetro dello specchio rotto in un angolo. La fiancata dell'auto della "vittima" aveva una strisciata nera che passandoci un dito veniva via».

«Accordiamoci, hanno affermato a quel punto, così sono riusciti a spillargli 150 euro, altri non ne aveva cash tanto che gli proponevano di raggiungere un bancomat per gli altri 150!»

«Quando poi il nipote che era in auto ad un certo punto ha detto di chiamare i Carabinieri magicamente 150 euro andavano bene, perché dovevano andare al mare. Anche questa volta  si trattava di una famigliola con bambini al seguito, ma - conclude Lucia facendo riferimento alla precedente segnalazione - un altro modello di auto, una Lancia Y10 colore metallizzato».

I consigli dell'Associazione Consumatori

Attenzione quindi a questa truffa che, come riporta Adico (Associazione Difesa Consumatori), è la più utilizzata sulle strade per spillare euro agli automobilisti.

«Gli automobilisti - spiega l'associazione - saranno indotti a pagare una somma per riparare al danno causato all’auto del truffatore, anche se in realtà la rottura delle specchietto non è mai avvenuta».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dello specchietto, segnalazioni a Gorizia e provincia

TriestePrima è in caricamento