Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Trump, Siria, Afghanistan e molto altro a "Link- Premio Luchetta Incontra"

Alan Friedman, Corrado Augias, Roberto Giacobbo e Tiziana Ferrario a Trieste per il festival dedicato al "buon giornalismo"

L’attualità riletta dal “buon giornalismo” è il leitmotiv di Link, Premio Luchetta incontra 2017, in programma nella Fincantieri Newsroom di Trieste da venerdì 21 a domenica 23 aprile con i grandi protagonisti dell’informazione. 

Sulle ‘trincee’ più calde di queste ore si confronteranno il corrispondente Rai a Londra Stefano Tura, il Direttore Rai News Antonio Di Bella e il caporedattore di Sette Edoardo Vigna, per un’analisi in presa diretta fra Brexit, Francia al voto e Unione Europea sotto la pressione dei populismi. L’editorialista Alan Friedman, fresco autore del saggio “Questa non è l’America”, e la giornalista Tiziana Ferrario, a lungo corrispondente Rai da New York, ci accompagneranno a scoprire e capire gli Stati Uniti dell’era Trump.

Corrado Augias, scrittore, saggista e commentatore del nostro tempo, sarà voce narrante di un decennio accelerato che ci ha proiettato nel futuro e in un mondo sempre più indecodificabile. Le inviate Lucia Goracci e Barbara Gruden, volti e voci familiari al pubblico delle news, ci guideranno nella polveriera del mondo: il Medio Oriente assediato da guerre e terrorismo, sospeso fra gli interventismi occidentali troppo spesso inefficaci, il decisionismo di un tutor asiatico forte e discutibile - la Russia di Putin - e la recentissima prova di forza made in Trump. Cominciò tutto in Afghanistan? La geopolitica se lo chiede spesso e pochi giorni fa è in Afghanistan che Trump ha scagliato la sua nuova intimidazione sganciando Moab, la ‘madre di tutte le bombe’: di “Afghanistan, missione incompiuta” converseranno l’inviato Rai Nico Piro e uno storico inviato, l’autore e conduttore di Terra! Toni Capuozzo.

Intanto l’Occidente resta sotto una impalpabile ma serrata “dittatura”: quella dell’economia, tema centrale del libro “Gli oracoli della Moneta” scritto dal vicedirettore del Sole 24 Ore, Alberto Orioli, che ne discuterà con il conduttore Tg2 Dario Laruffa. Esplorare scenari e dinamiche del nostro tempo significa investigare con attenzione anche la rete e il suo portato ‘virale’: quali sono i fondamentali del fact checking, come destreggiarsi fra news in rete e bufale? Ci orienterà a Link la giornalista e blogger Gabriela Jacomella, cofounder di Factchekers.it, in dialogo con la direttrice del Tg2 Ida Colucci, il presidente FNSI Beppe Giulietti e il giornalista de La Stampa Beniamino Pagliaro, fondatore di Good Morning Italia.

Di un’emergenza scampata e dell’uomo che ci salvò dal conflitto nucleare converserà in anteprima a Link 2017 Roberto Giacobbo, ideatore e conduttore di Voyager su Rai2?presentando “L’uomo che fermo’ l’apocalisse”. Un eroe disubbidiente ci ha salvato dal conflitto nucleare: si chiama Stanislav Evgrafovich Petrov l’uomo che ha preservato il mondo dall’annientamento.

Ancora a Link 2017: l’attualità nel quotidiano, a partire dal cibo: sull’urgenza di imparare a conoscerlo per vivere meglio si confronteranno l’agroeconomista Andrea Segrè, fresco autore di “Mangia come sai” e la giornalista Giulia Innocenzi, autrice di “Tritacarne” e protagonista del programma denuncia su Rai2 “Animali come noi”  Dei tanti “Talenti d’Italia” dialogheranno il vicepresidente della Stampa Estera Maarten Van Aalderen e lo scrittore e redattore Ansa Francesco de Filippo. Al Festival del buon giornalismo torneranno Floriana Bulfon e Cristina Mastrandrea, Premio Luchetta 2016 per il miglior Reportage: di “Invisibili”, video-inchiesta sui minori stranieri soli nel nostro Paese, converseranno con il giornalista e scrittore Roberto Vitale e con Paolo Rozera, Direttore Generale di Unicef Italia.

 A Link 2017 l’attualità e l’inchiesta diventano evento scenico: il giornalista di Sky Federico Buffa, in dialogo con il presidente della Pallacanestro Alma Trieste Giovanni Marzini, racconterà le sue performance di narrazione intorno allo sport e ai suoi grandi personaggi. L’icona della critica musicale italiana, Mario Luzzatto Fegiz, da poco in libreria con l’autobiografico “Troppe Zeta nel cognome”, converserà con i colleghi Carlo Muscatello, critico musicale del Piccolo, e Fabrizio Basso, giornalista di SkyTg24. E lo scrittore  e giornalista Pino Aprile, nell’incontro con Giuseppe Gangemi, Ordinario di Scienza dell’Amministrazione all’Università di Padova, fornirà le prove del genocidio di centinaia di migliaia di italiani del Sud incarcerati, deportati, torturati, derubati, tema del ultimo libro, “Carnefici”.


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trump, Siria, Afghanistan e molto altro a "Link- Premio Luchetta Incontra"

TriestePrima è in caricamento