Cronaca

Caso Tubercolosi al Burlo, Dipiazza: «Massiccia immigrazione nel Paese, interrogativi su efficacia profilassi»

Il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza sul caso di tubercolosi riscontrato al Burlo e che sta impegnando il sistema sanitario cittadino. Vicesindaco Roberti: «È il momento di stare calmi, affidarsi alle indicazioni dell'Azienda Sanitaria»

«Siamo in constante contatto con il Servizio Sanitario cittadino che sta adottando tutti i protocolli necessari. È importante seguire le indicazioni che verranno date anche attraverso gli organi di informazione che invito alla massima attenzione e professionalità. Si dovrà anche individuare il ceppo di origine».

Lo dichiara il Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza relativamente al caso di tubercolosi riscontrato e che sta impegnando il sistema sanitario cittadino. 

«Certo è – aggiunge Dipiazza – che il riacutizzarsi di certe malattie dovrebbe porre degli interrogativi sulla efficacia delle procedure di profilassi che vengono adottate in considerazione della massiccia immigrazione nel nostro Paese».

Il vicesindaco Pierpoalo Roberti: «È il momento di stare calmi, affidarsi alle indicazioni dell'Azienda Sanitaria e pensare alla salute dei nostri piccoli. Poi, invece, verrà il momento di accertare cause e responsabilità e non ci saranno sconti per nessuno».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Tubercolosi al Burlo, Dipiazza: «Massiccia immigrazione nel Paese, interrogativi su efficacia profilassi»

TriestePrima è in caricamento