menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tubercolosi, l'Azienda sanitaria ribadisce i «bassissimi rischi»: già fissati 1225 test

La dottoressa Sola rassicura: «gli esperti del Burlo hanno condiviso il protocollo: la profilassi è collaudata e conosciuta a livello internazionale, con rari effetti collaterali»

«Sono tre gli ambulatori del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria dedicati alle Mantoux dei bambini che sono entrati a contatto con la pediatra risultata essere malata di tubercolosi: il test può essere effettuato nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 19.30; le letture si effettueranno inoltre dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 16 nei cinque ambulatori del centro unico vaccinale/profilassi Tbc».

Aggiornamenti continui da parte dell'Azienda sanitaria triestina per far rientrare l'allarme tubercolosi suscitata dalla conferenza stampa di martedì 27 settembre: «Non si tratta di emergenza - sottolineano i vertici - e il protocollo è stato studiato in accordo con il Burlo e i pediatri di libera scelta nella massima tutela dei bambini». 

PROFILASSI - Se i piccoli pazienti che hanno avuto contatti con la dottoressa sono circa 3500, una stima più attendibile dei bambini che dovranno essere sottoposti alla profilassi personalizzata (cioè quelli dagli 0 ai 6 anni visti negli ultimi due mesi) restringe il numero precedentemente comunicato da 600 a meno di 400.

PRENOTAZIONI - «Dal sistema di controllo delle linee telefoniche risulta che il traffico sul numero verde si è normalizzato; nella giornata di ieri sono state gestite, solo al numero verde, 898 telefonate e soltanto 4 sono andate perse per l’attesa - spiega Emanuela Fragiacomo della Direzione sanitaria -. Oggi il numero verde-Cup riesce a rispondere a tutte le chiamate. Nei Distretti si è data risposta a 170 chiamate e 40 colloqui diretti con genitori che si sono presentati di persona. Finora il Cup ha effettuato 1225 prenotazioni». A questo propisito si ricorda il numero verde sanità 800.99.11.70 che resterà attivo anche sabato dalle 8 alle 20 (come dal lunedì al venerdì) e domenica dalle 8 alle 14.

RASSICURAZIONI - La dottoressa Vittoria Sola, pediatra, ha poi voluto sottolineare che «quello che noi andiamo a valutare è l'incontro con il germe, ma questo non vuol dire che il bambino è malato o contagioso: se il test è negativo verrà avviata la profilassi personalizzata, mentre se il test sarà positivo verranno fatti ulteriori esami per valutare se c'è una malattia e come affrontarla. Vorrei però ribadire che il rischio di aver contratto la tubercolosi è davvero bassissimo». 

EFFETTI COLLATERALI - «La profilassi è collaudata e conosciuta a livello internazionale, come tutti i farmaci ci possono essere effetti collaterali (rare manifestazioni all'apparato gastrointestinale e fegato e rarissime manifestazioni a livello nervoso), ma sono profilassi personalizzate e con delle vitamine (un primo lotto offerto da Federfarma, ndr) si riduce anche questo rischio - sottolinea la pediatra -. Lo so che le mamme sono preoccupate, ma gli esperti del Burlo hanno condiviso il protocollo e quindi mi sento di rassicurarle».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento