menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo a Trieste: Arrivi +10,3% nel primo Semestre e per luglio si Prevede un +19,8%

Prosegue il trend positivo grazie agli stranieri che trainano il comparto.Le prime proiezioni di luglio vedono dati ulteriormente in crescita nel 2011 l’Italia registrerà il record di presenze straniere. E sono, infatti, i Paesi esteri a trainare...

Prosegue il trend positivo grazie agli stranieri che trainano il comparto.
Le prime proiezioni di luglio vedono dati ulteriormente in crescita nel 2011 l'Italia registrerà il record di presenze straniere.
E sono, infatti, i Paesi esteri a trainare i flussi turistici in arrivo in Friuli Venezia Giulia, facendo registrare nel primo semestre del 2011 +4% negli arrivi e +2,5% nelle presenze.
Le prime proiezioni del mese di luglio vedono consolidare ulteriormente le performance del settore registrando arrivi in crescita del +5,1% e presenze a +2,3%. "La stagione estiva è partita sotto i migliori auspici sia a livello nazionale, sia regionale - dichiara Federica Seganti, assessore regionale alle Attività produttive.
Quest'anno si stima che il comparto turistico nazionale risalirà la china raggiungendo il record di 170 milioni di presenze internazionali. In Friuli Venezia Giulia la crescita percentuale di pubblico straniero è di ben due cifre (+13,5% gli arrivi, +13,9% le presenze), passando da 1.257.688 presenze internazionali nei primi sei mesi del 2010 a 1.430.690 del primo semestre 2011, e dai primi dati rilevati nel mese di luglio sembra che le performance siano in ulteriore incremento.
Le città del Friuli Venezia Giulia
La vacanza dedicata al turismo culturale si conferma la scelta privilegiata di molti turisti italiani e stranieri anche nei primi sei mesi dell'anno in corso.
Sono, infatti, risultati estremamente positivi i dati statistici legati alle città del Friuli Venezia Giulia con un importante +9% negli arrivi e un +8,8% nelle presenze.
E' nuovamente Gorizia a guidare la crescita dei flussi turistici dei capoluoghi regionali con +18,7% negli arrivi e +15,1% nelle presenze, questa volta con un forte apporto di presenze non solo da parte dei turisti stranieri, ma anche da quelli italiani (+21% di presenze straniere, +13,6% di presenze italiane).
Trieste continua a crescere ancora raggiungendo nei primi sei mesi il +9,6% negli arrivi e +10,3% nelle presenze, seguita a breve distanza da Udine che registra un aumento di arrivi del +7,2% e di presenze del +8,8%.
Nel primo semestre Pordenone vede crescere ulteriormente gli arrivi che toccano quota +6,4% e comincia a recuperare anche nelle presenze, rispetto al primo quadrimestre dell'anno, che tuttavia restano ancora in zona negativa al -3%.
Le provenienze
Nel primo semestre l'incremento più sostanzioso è dovuto alla crescita di presenze di turisti provenienti da tre mercati in particolare: Stati Uniti (+69%), Russia (+58%) e Polonia (+46%). Si registra una crescita importante in termini di presenze anche da parte della Slovenia (+44%), dalla Spagna (+34%) e dalla Slovacchia (+31%).
Al contempo la congiuntura economica evidenzia le difficoltà del mercato domestico che invece è in calo nelle presenze (-5,7%).
Il dato di permanenza media di 3,5 giorni, in linea con quello rilevato nel 2010.
Tipologia di strutture prescelte
L'aumento percentuale delle presenze registrato dagli alberghi del Friuli Venezia Giulia nei primi sei mesi del 2011 è del +4,6%, ma a guidare le perfomance ricettive in termini di crescita sono gli alberghi diffusi che incrementano le presenze del +33,6%, seguiti dai rifugi alpini che registrano il +32,6% e dalle case e gli appartamenti privati gestiti dai proprietari stessi che crescono del +28,4%.
Gli alloggi agrituristici (+19,3%) e i bed&breakfast (+16,2%) non perdono quote di mercato e si attestano con una crescita positiva anche le case e gli appartamenti gestiti da imprese turistiche (+10,6%).
Dopo una partenza difficile nel corso dei primi mesi dell'anno i campeggi ritornano in zona positiva con un +10% di presenze, seguiti dai residence turistico-alberghieri che segnano un +8%, i villaggi turistici con presenze a +4,7% e affittacamere a +4,2%.
Evidenziano, invece, un consistente calo le strutture ricettive a carattere sociale (-26,2%).

Le prime proiezioni registrate dal 1 al 31 del mese di luglio, consolidate all'80%, vedono il territorio regionale crescere del +5,1% negli arrivi e del +2,3% nelle presenze.
Si registrano la performance più brillanti in termini di presenze nella provincia di Trieste, che cresce del +19,8%, e in quella di Udine, che segna un +17,6%. Pordenone cresce del +10,1% mentre Gorizia perde terreno scendendo a -9,2%.
Sul versante costiero, Lignano rimane stabile e registra lo stesso numero di presenze del mese di luglio del 2010 mentre Grado cresce ulteriormente registrando +3,5% di presenze.
Sul versante montano nel mese di luglio la Carnia migliora rispetto alle registrazioni di luglio 2010 segnando una crescita del +2,1% di presenze, seguita da Piancavallo che cresce del +1,1% e da Tarvisio che registra presenze sostanzialmente in linea con i dati 2010 (-0,9%).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento