rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Turismo: siglato protocollo di intesa tra Friuli Venezia Giulia e Piemonte

Obiettivi primari del gemellaggio sono favorire l'interscambio di prodotti di alta qualità dei settori alimentare e dell'artigianato, per creare una maggiore coesione tra le due economie e incrementare i flussi turistici nei rispettivi territori

Una collaborazione, articolata e importante, anche in prospettiva europea, che investirà in ambiti diversi, dall'agricoltura, al turismo alla cultura, Friuli Venezia Giulia e Piemonte, come oggi a Trieste hanno sottolineato il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia e assessore alle Risorse Agricole, Sergio Bolzonello e l'assessore alla Cultura e al Turismo del Piemonte, Antonella Parigi. Le due Regioni che aprono e chiudono l'arco alpino del nostro Paese, per molti aspetti affini e complementari, hanno osservato Bolzonello e Parigi, terre di confine e rapporti con la Francia da un lato e con l'Austria e la Slovenia dall'altra, territori che vedono l'eccellenza vinicola dei grandi rossi e dei grandi bianchi, di peculiari produzioni gastronomiche (già unite negli ultimi anni da un fortunato gemellaggio grazie al quale è stato possibile uno scambio culturale e promozionale nei territori di San Daniele e di Barolo) hanno siglato un protocollo d'intesa per una comune promozione turistico-agricola e culturale, anche nella prospettiva di Expo 2015 a Milano.

«In un anno così importante come quello di Expo, le due Regioni stringono un'alleanza ancora più forte, firmando infatti un accordo che le vedrà unite in una serie di azioni strategiche per la promozione del territorio e dei prodotti agricoli, del mangiare sano, del turismo e dello sviluppo culturale», ha dichiarato Bolzonello, puntando anche allo scenario dell'accesso alle risorse Ue per la costruzione di progetti comunitari condivisi. Tra i punti salienti del protocollo ci sono prima di tutto l'individuazione di strategie comuni per promuovere i prodotti tipici territoriali, legati ai sistemi di qualità tutelati dai consorzi e, al contempo, la collaborazione nell'ideare eventi di grande richiamo e rilievo nazionale, «capaci di valorizzare le eccellenze agricole, le nostre tradizioni enogastronomiche, il nostro artigianato, i nostri stili di vita, che dobbiamo imparare a difendere e soprattutto a valorizzare», ha sottolineato Parigi.

Obiettivi primari del gemellaggio sono, infatti, favorire l'interscambio di prodotti di alta qualità dei settori alimentare e dell'artigianato, per creare una maggiore coesione tra le due economie, molto simili a livello agricolo, e incrementare i flussi turistici nei rispettivi territori, valorizzando in particolare il turismo agroalimentare in stretta connessione tra prodotti, paesaggi di riferimento e potenziamento della comunicazione turistico-agricola. Una prima esperienza concreta di sinergia e collaborazione tra Friuli Venezia Giulia e Piemonte si svilupperà nella programmazione di due Festival regionali di grande richiamo ed impatto mediatico: Collisioni a Barolo e Aria di Festa a San Daniele del Friuli, con l'obiettivo di promuovere a livello turistico le due regioni e trovare sinergie anche nella promozione.

Nello specifico, collisioni, festival di letteratura e musica che si svolgerà a Barolo dal 18 al 21 di luglio e che ha richiamato nell'ultima edizione oltre 100 mila spettatori nelle colline delle Langhe piemontesi, con ospiti internazionali già confermati come Sting, Mark Knopfler, ex-leader dei Dire Straits, Paolo Nutini, Passenger, ha sviluppato una formula capace di parlare alle nuove generazioni, promuovendo al contempo il Barolo e i grandi prodotti agricoli piemontesi. Aria di Festa, in programma dal 26 al 29 giugno prossimi, in occasione di Expo 2015, rinnova e amplia il suo format, trasformandosi in un festival di respiro internazionale che unisce enogastronomia, incontri dedicati alla letteratura e concerti internazionali di forte richiamo.

La sinergia promozionale, di comunicazione e di contenuti tra i due festival, che diventano a pieno titolo parte di un unico progetto di promozione delle regioni dell'arco alpino, consentirà un'ampia copertura mediatica e rappresenterà probabilmente il primo esperimento a livello nazionale di festival transregionale in un anno così importante come quello di Expo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo: siglato protocollo di intesa tra Friuli Venezia Giulia e Piemonte

TriestePrima è in caricamento