Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Istria e Litorale

Stop trasmissioni via satellite, l'appello di Tv Capodistria per salvare i programmi

Le redazioni italiane si rivolgono alle istituzioni affinché si trovi "una soluzione, anche temporanea, atta a garantire la prosecuzione della trasmissione satellitare dei nostri programmi". "Grave menomazione della presenza della comunità nazionale italiana"

foto Laky1970 (tratta da Wikipedia)

La decisione di sospendere le trasmissioni satellitari di Tv Capodistria rappresenta "una grave menomazione della presenza della comunità nazionale italiana" e una "dolorosa battuta d'arresto". A denunciarlo sono le redazioni italiane della storica emittente istriana che, a causa "dell'esaurirsi dei finanziamenti", dal 9 novembre non sarà più raggiungibile dal suo pubblico. I vertici hanno inoltre lanciato un appello alle istituzioni slovene e italiane per individuare "una soluzione atta a garantire la prosecuzione della trasmissione dei nostri programmi". 

"Le trasmissioni - si legge nella nota - costituiscono un insostituibile strumento di veicolazione della lingua e della cultura italiane e un importante punto di riferimento in difesa dell'identità e del senso di appartenenza degli italiani" residenti nell'area. Secondo Capodistria, lo scenario che l'attende non è roseo visto che, al momento, tutti i tentativi di salvaguardare il servizio sono falliti.   

Le alternative

Anche le soluzioni alternative - come l'idea di trasmettere il segnale sul digitale terrestre nell'area - si sono rivelate fallimentari. "La prospettiva di perdere una parte cospicua [...] dei nostri telespettatori e dunque di non poter più svolgere adeguatamente la nostra funzione al servizio della Comunità nazionale italiana" è per Capodistria una vera e propria spada di Damocle. 

Non è una questione di soldi

"La perdita del satellite non è una mera questione tecnica o finanziaria, ma rappresenta un problema di fondo, strategico e di prospettiva, dal quale potrebbe dipendere, sotto molti aspetti, il futuro della nostra emittente e, visto il contesto sempre meno favorevole, quello stesso della minoranza" rilanciano le redazioni istriane. Il 9 novembre andrebbe ad annullare "la portata e il significato stessi del progetto di Televisione transfrontaliera di cui da tempo Tv Capodistria è divenuta un fattore importante assieme ai programmi italiani e sloveni della RAI - Sede Regionale per il Friuli Venezia Giulia". 

Capodistria è stata tra le prime televisioni italiane a svolgere un ruolo fondamentale "a sostegno dei valori del pluralismo culturale e linguistico" e uno degli attori protagonisti della Comunità radiotelevisiva italofona. L'auspicio, conclude la nota, è di individuare "un'adeguata alternativa alla ricezione dei nostri programmi nell'area complessiva di insediamento storico della minoranza italiana".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop trasmissioni via satellite, l'appello di Tv Capodistria per salvare i programmi

TriestePrima è in caricamento