Ubriaco alla guida fermato dai "pattuglioni" della Polizia locale: ritiro della patente e confisca dell'auto

Quindici le sanzioni comminate dagli agenti in via dell'Istria, all'altezza del cimitero di Sant'Anna: tre per guida in stato di ebrezza, sei per mancata revisione e due per assenza di assicurazione

foto di repertorio

Continuano serrati i controlli della Polizia locale sulle strade, in particolar modo durante le serate nei fine settimana, «per garantire la sicurezza di tutti gli utenti della strada». Venerdì scorso le pattuglie hanno effettuato i controlli in via dell'Istria all'altezza del cimitero di Sant'Anna in dotazione il Targa System (intercetta in tempo reale i veicoli sprovvisti di assicurazione o senza revisione), il Police Controller (consente l'analisi del cronotachigrafo dei mezzi pesan), il telelaser e l'etilometro.

La Polizia locale ha utilizzato per i controlli 4 pattuglie in macchina/furgone: 71 i veicoli fermati, 32 le autovetture 10 i ciclomotori e 29 i motocicli; tra i conducenti 42 uomini e 29 donne.

Complessivamente sono state elevate 15 sanzioni, tra cui alcune gravi. Tre per guida in stato di ebrezza: il tasso alcolico maggiore è stato rilevato a un uomo, B.L le sue iniziali, di anni 42 alla guida di autovettura Fiat Punto con valori di 2,13 g/l che guidava un veicolo di sua proprietà (ritiro della patente di guida e sequestro ai fini della confisca dell'autovettura). Guida alterata dall'alcol, ma con valori decisamente inferiori, anche per altri due triestini, N.F. di 60 e P.G. di 70 anni. Sei le sanzioni per mancata revisione e due per mancata assicurazione con relativo sequestro di un'autovettura e di un motociclo.

«Purtroppo si continuano a rilevare sanzioni per mancata revisione del veicolo e per mancata copertura assicurativa - sototlinea la Polizia locale: entrambe infrazioni molto gravi. Ricordiamo che la revisione e la copertura assicurativa certificano legalmente che il veicolo sia in condizioni idonee alla circolazione al fine di proteggere se stessi e gli altri dai possibili danni causati dal proprio mezzo in un incidente: affinché tutti possano mettersi sulla strada - conducenti passeggeri e pedoni - in tranquillità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

Torna su
TriestePrima è in caricamento