Profughi arrestati, Ugl Polizia: "Maggiori controlli e più risorse sono la soluzione imprescindibile"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Da mesi stiamo denunciando la situazione di degrado nella città, per lo più prodotta da immigrati regolari o richiedenti asilo.

L'operazione della Squadra Mobile della Polizia di Stato, alla quale va un grosso plauso, ha fermato ed arrestato un gruppo di spacciatori richiedenti asilo che vendevano a ragazzini la loro merce illegale, questo va a supporto delle nostre rivendicazioni,  che da tempo richiedono più attenzione alla commissione richiedenti asilo e protezione volte a un maggior controllo e una maggiore rigorosità nel riconoscimento di tali benefici.

Maggiori controlli e più risorse sono la soluzione imprescindibile per arginare il problema, oltre a un cambiamento legislativo a livello nazionale in materia di immigrazione.

I nostri figli vanno tutelati e oltre ad una maggiore vicinanza dei genitori, vi è l'obbligo da parte dello stato di continuare e se possibile ad aumentare le attività di vigilanza per impedire che questi personaggi non delinquano sul suolo nazionale.

Alessi oEdoardo, Ugl Polizia di Stato Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento