rotate-mobile
Cronaca

UGL: «Polizia in difficoltà di fronte a invasione di stranieri dal confine orientale»

Lo rileva in una nota Il segretario generale provinciale Alessio Edoardo: «È importante prendere sul serio questo problema è come già affermato da noi sarebbe il caso di sollecitare la Slovenia ad ottemperare alle responsabilità in materia di immigrazione firmate a Shenghen»

«Siamo per l'ennesima volta a denunciare la criticità del problema immigrazione clandestina. Infatti altre 31 persone sono sconfinate in Italia e fermate nelle vicinanze del confine di Trieste da parte della polizia ora mai sempre più in difficoltà di fronte a una  cronica invasione di stranieri nella zona del confine orientale».

Lo rileva in una nota Il segretario generale provinciale Alessio Edoardo.

«Chiediamo forte più che mai - continua la nota - un rientro immediato dei colleghi aggregati in altre sedi in Italia e un rinforzo di personale in zona  per poter affrontare questa emergenza evidente e per la quale nulla si è ancora fatto. La situazione è ormai talmente chiara che siamo increduli della mancanza di attenzione da parte della politica triestina, la quale non si fa sentire ne tanto meno cerca di affrontare il problema con le richieste al Governo di rinforzi».

«È importante - conclude -  prendere sul serio questo problema è come già affermato da noi sarebbe il caso di sollecitare la Slovenia ad ottemperare alle responsabilità in materia di immigrazione firmate a shenghen
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

UGL: «Polizia in difficoltà di fronte a invasione di stranieri dal confine orientale»

TriestePrima è in caricamento