rotate-mobile
Cronaca

Sanità Trieste, Modica: «La riforma sanitaria in Fvg, così non va!»

Il segretario Ugl sanità Trieste, Matteo Modica, esprime il proprio disappunto in merito all'atteggiamento adottato per la gestione del Sistema Sanitario Regionale: «Si insiste sui tagli di tipo lineare»

«Mentre da una parte, noi operatori, non siamo in grado di conoscere le linee di gestione del Sistema Sanitario Regionale, dall’altra, alcune informazioni si possono leggere soltanto dalla stampa».

Tuonano così le parole del Segretario Ugl Sanità Trieste, Matteo Modica, a commento dell'atteggiamento adottato in merito alla gestione della Sanità sul territorio. «Per quello che è dato sapere, si insiste sulla strada dei tagli di tipo lineare. S parla insistentemente di diminuizione degli esami specialistici, riduzione delle prescrizioni per gli antibiotici, tagli alla spesa farmaceutica ed addirittura alle attrezzature! Mentre l' Ospedale Triestino attende ancora l' acquisto del robot per il reparto di Urologia ed il prezioso contributo della Pet Tac per la diagnostica nel campo dell'oncologia.»

«Dove sono i tagli alle poltrone, dei dirigenti? Assistiamo solamente ai tagli a discapito del servizio alla salute dei cittadini. E il pubblicizzare le cure gratuite per le categorie meno abbienti, per le patologie odontoiatriche, - conclude il sindacalista - con l' acquisizione degli igienisti dentali, è pura demagogia. Perché solo il medico dentista può effettuare la cura delle carie, e tutti gli atti medici - chirurgici propri dell'odontoiatria.»

«Ben vengano quindi, le assunzioni di personale sanitario in un' ottica di rafforzamento delle equipe multidisciplinari. In merito poi allo spostamento della centrale operativa del 118 a Palmanova, ancora nulla ci è stato dato di sapere, mentre continuano a rimanere forti perplessità sull’ uso degli steward in ambito di Pronto Soccorso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità Trieste, Modica: «La riforma sanitaria in Fvg, così non va!»

TriestePrima è in caricamento