menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un anno di cronaca: gli articoli più letti del 2018

Incidenti, criminalità, maltempo, evasioni fiscali e truffe: Trieste si lascia alle spalle un anno che ha visto le Forze dell'Ordine, gli operatori del 118, i Vigili del Fuoco, il Soccorso Alpino e la Guardia Costiera impegnati su più fronti

Incidenti, criminalità, maltempo, grandi evasioni fiscali: Trieste si lascia alle spalle un anno che ha visto le Forze dell'Ordine, gli operatori del 118, i Vigili del Fuoco, il Soccorso Alpino e la Guardia Costiera impegnati su più fronti. Andiamo a ripercorrere mese per mese i fatti di cronaca più seguiti del 2018

Gennaio

Tra i fatti che hanno scosso l'opinione pubblica nel mese di gennaio, un episodio di razzismo sull'autobus a danno di una donna di colore con il suo bimbo, con una testimonianza sui social diventata presto virale. Due incidenti mortali hanno attirato le preoccupazioni e il cordoglio dei triestini, come quello accaduto il 2 gennaio a Sistiana, con due anziani investiti sulle strisce, e un altro violento incidente a Monfalcone, che è costato la vita un triestino di 51 anni. Molto seguita anche la diatriba legale tra Zara e l'azienda triestina Bazzara a causa dei nominativi "simili".

Febbraio

Tutti ricordano il tragico incidente di viale Miramare, che è costato la vita al giovane Jack Benvenuti lo scorso febbraio, e nello stesso mese ha destato scalpore l'arresto del professore 60enne per abusi sessuali su una giovane studentessa. Un altro scandalo sessuale è balzato alle prime pagine nel medesimo periodo: l'arresto del presidente del comunità famiglia di Prosecco per maltrattamenti e tentati abusi su minori.

Marzo

In marzo la scabbia è arrivata nelle scuole triestine destando allarme e preoccupazione nei genitori, ma si sono verificati eventi ben più luttuosi, come l'Esplosione in una villa a Trebiciano che è costata la vita a una persona. 

Aprile

Un mese tragicamente intenso quello di aprile, a cominciare dall'omicidio di Servola, una sanguinosa vicenda che ha visto una donna accoltellare il marito, per poi confessare tutto poco dopo. Altrettanto drammatica una fatale caduta lungo la scarpata di San VitoParticolarmente seguito e visualizzato il video di una rissa tra stranieri in viale XX Settembre, e un gran plauso alla Polizia Postale si è levato per il blocco del canale Telegram di un minorenne dedito ad attività di propaganda per l'Isis.

Maggio

Nel mese di maggio un rocambolesco inseguimento da parte della Polizia si è concluso con uno schianto in via Baiamonti e cinque "passeur" in manette. Purtroppo è stato anche il mese di due tragedie che hanno stroncato prematuramente altrettante vite. Parliamo dell'incidente mortale alla Fincantieri, dove un operaio triestino è rimasto schiacciato da un masso, e della morte improvvisa di un infermiere a soli 31 anni.

Giugno

Nel 2018 l'inizio dell'estate è stato suggellato da un violento temporale, che ha causato allagamenti nelle strade e la caduta di diversi alberi. Inoltre, in giugno, la Guardia di Finanza ha fatto parlare di sè per l'arresto di 3 imprenditori, accusati di evasione per 3 milioni di euro.

Luglio

Nel luglio del 2018 un evento di scarsa gravità ma particolarmente insolito ha destato grande attenzione nei lettori: una donna ha aggredito una passante per poi fare il bagno nuda in piazza Garibaldi.

Agosto

Una delle notizie più seguite dalla stampa e dai cittadini nel mese di agosto è stata quella riguardante un motoscafo andato a fuoco e schiantatosi sulla spiagga ai Filtri. Nello stesso mese è stato sgominato dalla Polizia un vasto giro di prostituzione, che includeva una casa d'appuntamenti in via Vittoria, con un viavai di clienti sotto gli occhi delle persone residenti nei paraggi. Una ridda di commenti in rete si è levata anche per un curioso episodio nei pressi di via XXX ottobre, dove una donna ha investito un pedone ed è stata "linciata" da un passante, mentre la storia di uno speleologo intrappolato in una grotta ha tenuto la cittadinanza col fiato sospeso per giorni, prima di un laborioso ed estenuante salvataggio da parte del Soccorso Alpino. 

Settembre

Il degrado di uno stabile abbandonato in via sant’Anastasio ha innescato l'intervento di alcuni esponenti di Forza Nuova, che hanno fatto partire delle "ronde" nella zona. Il fatto ha sollevato un vero vespaio nella politica e sui social. Molto seguito in settembre anche il caso del ladro d'acqua di mare a Barcola, sanzionato per oltre 1500 euro.

Ottobre

Un ottobre veramente intenso, non solo per la Barcolana e per l'ondata di maltempo che ha messo in ginocchio molte e vaste aree del Fvg, ma anche per eventi tragici e improvvisi quali l'investimento in viale Miramare del professor Marsilli, amato e stimato da tanti triestini. Altrettanto sconvolgente la rissa che ha avuto luogo poco prima della Barcolana, e in seguito alla quale un giovane è finito in coma. Nello stesso mese un focolaio di Morbillo ha riacceso il dibattito, mai del tutto sopito, sui vaccini, anche per la morte sospetta di due persone in condizioni di salute già compromesse. Doveroso ricordare anche il "cliccatissimo" video di un arresto in pieno giorno in viale XX Settembre.

Novembre

Un mese iniziato in gran fermento e preoccupazione per il doppio corteo di CasaPound e Trieste Antifascista, che ha letteralmente blindato il centro triestino per timore di eventuali scontri, che non si sono verificati. Drammatica invece la storia di Marianna Pepe, la campionessa triestina che è deceduta in giovane età, lasciando orfano un figlio piccolo. I militari della Guardia di Finanza, nel novembre appena trascorso, si sono fatti notare con l'Operazione "Grande Tagliamento", che ha coinvolto nomi illustri anche a Trieste.

Dicembre

Arriviamo infine al mese corrente, con fatti recentissimi che forse non c'è bisogno di ricordare e che in molti ricorderanno per tutta la vita. Prima tra tutti la tragedia sul monte Lussari, che ha coinvolto Jennifer Bubich e Massimo Grassi, trovati senza vita dopo giorni di estenuanti ricerche da parte del Soccorso Alpino. Infausto destino anche per le vittime di due gravi incidenti nell'ultima settimana: un uomo investito a Sistiana il 19 dicembre e una ragazza di 26 anni caduta in scooter la notte della vigilia. Purtroppo entrambi gli incidenti hanno avuto esito letale.

Concludiamo il resoconto dell'anno con due notizie, due immagini che in qualche misura gettano un po'di luce (ma anche inevitabili ombre) sul 2019 che sta arrivando: sette persone assicurate alla giustizia per coinvolgimenti con la Camorra e tre ragazzi che ieri sono rimasti bloccati su una giorstra a 30 metri d'altezza nel Santa Claus Village, tratti in salvo con successo dai Vigili del Fuoco.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento