Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Un Bel po' di Truffe Trovate sul Sito della Polizia di stato...Ocio alla Truffa

Cercando un'altra notizia siamo incappati un questa interessante e creativa lista di tentativi di raggiri...prendiamone nota. (www.poliziadistato.it). Chi segue "Striscia la notizia" avrà forse già visto i video-servizi tratti da questi casi...

Cercando un'altra notizia siamo incappati un questa interessante e creativa lista di tentativi di raggiri...prendiamone nota. (www.poliziadistato.it).
Chi segue "Striscia la notizia" avrà forse già visto i video-servizi tratti da questi casi segnalati.

Dal sito della Polizia di Stato:
"Molte sono le tecniche che i truffatori mettono in atto con mestiere e abilità per spillare soldi alla gente, specialmente alle persone anziane.
Proprio per dare ai cittadini la possibilità di difendersi dagli imbroglioni, stiamo raccogliendo in questa sezione, chiamata appunto "Occhio alle truffe", gli inganni più diffusi.
Ma come avvengono questi reati e chi sono i soggetti presi di mira?
È facile scoprirlo, grazie ai video realizzati da "Striscia la notizia", partner della Polizia di Stato in questa caccia ai furfanti.
Ogni settimana una truffa diversa, per mettere in guardia i nostri utenti e per renderli partecipi delle situazioni più ricorrenti.
E ricordatevi: se siete in casa non fate mai entrare estranei.
Seavete un dubbio, qualsiasi dubbio, chiamate subito il 113!
La descrizione delle truffe:

La scusa della borsetta ritrovata:
Anche al cimitero potete imbattervi in chi vuole approfittare della vostra buona fede.
È successo e succede, per esempio, che mentre una signora si trova di fronte la tomba del congiunto, un ladro ne approfitti per rubargli la borsetta.
Dai documenti che il ladro trova nella borsa risale all'indirizzo e al numero di telefono dell'ignara vittima per completare ulteriormente la sua azione criminale: telefona alla donna dicendole di aver ritrovato il suo oggetto in un cespuglio vicino al cimitero e gli da appuntamento per restituirgliela.
Così la signora rincuorata esce di casa e il ladro che è nelle vicinanze ne approfitta subito: usa le chiavi trovate per entrare nell'appartamento e "ripulirlo" senza essere disturbato.
Ovviamente all'appuntamento la signora non troverà nessuno e, beffa nella beffa, rientrata in casa la donna troverà l'amara sorpresa.
Il cimitero è solo uno dei luoghi dove ladri e truffatori agiscono.
La scusa di aver ritrovato documenti, chiavi o effetti personali può essere usata in altre mille circostanze, quindi attenzione.
Video sui striscia la notizia.

Il raggiro dei falsi funzionari del catasto:
Due malviventi dopo accurati appostamenti, individuano una vittima che ha la casa con giardino.
Fingendo di essere dei funzionari del catasto, i delinquenti affermano di dover verificare le misure del giardino.
Uno dei due con la scusa di controllarne il perimetro si allontana ed entra in casa della vittima per rubare tutto ciò che trova di valore.
Poi ritorna dal complice e dal proprietario della casa dicendo di aver terminato il lavoro.
A questo punto i falsi impiegati se ne vanno salutando l'ignara vittima del furto.
Solo successivamente la persona truffata si renderà conto di aver dato fiducia a degli sconosciuti solo perché impressionata dal modo in cui i delinquenti si sono presentati.
In questo genere di truffe la regola generale è quella di non fare mai entrare sconosciuti in casa propria, perché la capacità di questi ladri è proprio quella di intrufolarsi con giustificazioni credibili e verosimili, spesso millantando di essere amici di figli o parenti stretti di chi vogliono derubare.
Video su striscia la notizia

Il raggiro dei soldi infetti:
Due truffatori pedinano una coppia di anziani, apparentemente benestanti, per scoprire il loro domicilio.
Poco dopo gli impostori si presentano come medici di un fantomatico istituto provinciale di igiene.
Sostengono, i due, che il denaro degli anziani signori potrebbe essere stato contaminato nientemeno che da un virus! Convincono quindi la coppia a
mettere tutti i soldi che hanno in casa in una scatola, che a loro dire contiene delle pillole "disinfettanti".
La trappola è ormai scattata: infatti la coppia viene distratta ad arte, giusto pochi secondi.
Il tempo necessario per fare sparire la scatola piena di soldi e sostituirla con una completamente vuota.
C'è pure la raccomandazione finale, quella che permetterà ai gaglioffi di farla franca: "Non aprite la scatola prima di 24 ore"!
Il video realizzato da "Striscia la notizia" è molto realistico. Guardatelo, la prudenza non è mai troppa.

La scusa del rilevatore di gas:
Due malviventi spacciandosi per operatori dell'azienda del gas si presentano a casa della vittima prescelta e con la scusa, verosimile, di istallare un rilevatore di fughe di gas che diventerà obbligatorio a breve entrano nell'appartamento.
Mentre uno dei due collega l'apparecchio e tiene occupata la vittima, l'altro con la scusa di dover andare in bagno si allontana per poter girare tra le stanze e rubare le cose di valore.
In breve i due truffatori si congedano dal malcapitato che solo successivamente scoprirà di essere stato raggirato.
In questo tipo di truffa è bene insospettirsi di persone sconosciute che entrano in casa con qualsiasi scusa anche la più verosimile e credibile, perché questa è la loro abilità.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.

Il piccione "dispettoso":
Individuata la vittima un imbroglione la segue e, alla prima occasione, gli spruzza sulla giacca e sui capelli un liquido che somiglia a un escremento di piccione.
A questo punto entra in scena un complice, di solito una donna, che avverte la vittima del "regalino" del piccione e con modi gentili si offre di aiutarlo a pulirsi.
Così si fa consegnare l'indumento e, aiutata dal primo truffatore che distrae ulteriormente il malcapitato, sfila il portafoglio al poveretto.
Se date un'occhiata al video realizzato da "Striscia la notizia", potrete rendervi conto di come sia facile cadere in trappola.

L'affare di un oggetto di valore:
Una donna travestita da hostess e il suo complice si mettono di fronte a una gioielleria chiusa e abbordano un anziano signore chiedendogli se sa quando riaprirà il negozio.
La hostess si finge molto preoccupata perché sostiene di dover partire immediatamente per lavoro e non può più vendere alla gioielleria un anello che le era stato valutato mille euro pochi minuti prima.
Per dare più credibilità al raggiro e convincere la vittima ad acquistare l'anello, arriva un terzo complice che finge di essere il commesso del negozio in cui era stato stimato l'anello, confermando quindi la versione dei truffatori.
L'anziano ci casca, acquista il "gioiello" ma, all'apertura del negozio scopre che l'anello era solo un pezzo di bigiotteria.
Morale: acquistare da sconosciuti, all'esterno di un negozio, un qualsiasi oggetto pensando di fare un affare, l'affare lo fa fare solo a chi è riuscito a convincervi! Guardate il video di "Striscia la notizia": vi chiarirà le idee.

La scusa della tintoria:
I truffatori per mettere in pratica questo raggiro si appostano davanti a una lavanderia e aspettano l'arrivo di una persona anziana.
Una volta individuata la vittima, uno dei due segue la persona per vedere dove abita, mentre l'altro entra nella lavanderia e si fa dare la busta di plastica dove vengono avvolti i vestiti una volta lavati.
A questo punto tutto è pronto per entrare in azione: uno dei due si presenta a casa dell'anziano e spacciandosi per l'addetto alle consegne della tintoria si fa aprire la porta di casa.
Con la scusa del pagamento del conto, con amabili chiacchiere e con la richiesta di un bicchiere di acqua, il malvivente riesce a far intrufolare il complice nella casa e a rubargli soldi e preziosi.
In questo caso la riuscita della truffa sta nel fatto che uno sconosciuto per entrare in casa vostra sfrutta il nome di qualcuno che voi conoscete.
Quindi è bene insospettirsi di persone sconosciute che entrano in casa con qualsiasi scusa anche la più verosimile e credibile,perché questa è la loro abilità.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.

Falso apparecchio "salva soldi":
Due malviventi, dopo essersi informati sul nome del parroco della zona in cui vogliono inscenare il raggiro, si presentano a casa di un'anziana facendo il nome del prete come referenza.
I truffatori raccontano di dover consegnare alcuni apparecchi che permettono di mettersi in contatto direttamente con le forze dell'ordine e con la parrocchia in caso di furto.
Per spiegare il funzionamento di questa macchinetta, i delinquenti si fanno consegnare il portafoglio della vittima.
Mentre uno dei due si fa mostrare dove l'anziana tiene i risparmi, il complice le svuota il portafoglio. Ma la messa in scena non finisce qui.
Ora a parti invertite il primo delinquente distrae la signora con la scusa di firmare una ricevuta, mentre l'altro, si impossessa dei risparmi e dei valori che si trovano nelle altre stanze della casa.
Questo tipo di truffa al di là che siano uomini o donne si realizza sfruttando persone che godono di una certa fiducia.
Quindi è bene insospettirsi di persone che entrano in casa con qualsiasi scusa anche la più verosimile e credibile, perché questa è la loro abilità.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.

Telefonino a basso prezzo:
Un malintenzionato fingendosi un rivenditore di cellulari che sta trasferendo il suo negozio, offre in vendita a un anziano signore un telefono al prezzo promozionale di 50 euro. Solo dopo l'acquisto la vittima si rende conto che il telefono non funziona.
Una variante a questo tipo di truffa che può avvenire sempre fuori dai negozi è il cosiddetto "pacco".
Il malvivente prendecontatti con la potenziale vittima per vendergli un computer e un cellulare di ultima generazione.
All'incontro gli mostra la merce funzionante e contratta il prezzo.
Una volta ricevuto il denaro, con un abile manovra sostituisce il "pacco" con uno identico all'interno del quale potrà esserci di tutto ma non la merce acquistata!
Acquistare da sconosciuti e fuori dai negozi qualsiasi prodotto pensando di fare un affare nasconde sempre l'insidia che l'affare lo possa fare proprio chi vi sta davanti ed è riuscito a convincervi!
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.


Il falso amico del figlio:
Un truffatore ferma per strada un anziano signore e fingendo di essere un amico del figlio gli dice che deve consegnargli un giubbotto acquistato da quest'ultimo.
L'anziano, all'oscuro di tutto, paga al posto del figlio i soldi che, secondo il truffatore, sono a lui dovuti per l'acquisto del capo di abbigliamento.
In questo caso è bene non dare confidenza ad estranei anche se fingono di conoscere bene un vostro familiare.
L'elemento comune di questo genere di truffe, in cui può variare il tipo di oggetto proposto, è che il malfattore deve avere dei soldi da un vostro familiare.
Se non siete stati avvisati di pagare al posto del vostro congiunto, non date soldi a sconosciuti, perché chi vi viene a chiedere il denaro sa raccontare o inventare scuse in maniera molto abile e credibile.
Anche una telefonata al vostro parente, che il malfattore dice di conoscere, può evitarvi la truffa. Usate però il vostro telefonino e chiamatelo personalmente chiedendo conferma!
Meglio ancora.. Per qualsiasi dubbio componete il 113 e se si tratta di un truffatore vedrete che si allontanerà di tutta fretta!
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" mostra come avviene il raggiro.


Il falso postino:
Un truffatore fingendo di essere un postino, chiede a un'anziana di scendere al piano terra per firmare una raccomandata.
Pensando di risolvere la cosa in breve tempo, la signora lascia aperta la porta di casa.
Mentre la donna si trova con il falso postino vicino al portone, entra nel condominio un complice travestito da fattorino delle pizze.
Approfittando della situazione il fattorino entra nell'appartamento della vittima e la deruba dei soldi e dei preziosi nascondendoli dentro il contenitore delle pizze.
In questo caso il consiglio è di non lasciare mai la porta di casa aperta se non si rimane nelle immediate vicinanze.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.

La falsa infermiera
:
Due malintenzionati seguono un infermiere di un centro anziani che esegue iniezioni a domicilio e individuano così come vittima del loro raggiro un malcapitato paziente.
In seguito, fingendosi dipendenti dello stesso centro, lo avvertono telefonicamente che la persona che solitamente va al suo domicilio per l'iniezione sarà sostituita per quel giorno da un altro infermiere accompagnato da un medico.
I due truffatori, travestiti da medico ed infermiera, si presentano a casa della vittima mostrandosi cordiali e professionali.
Poi mentre il medico distrae l'anziano l'infermiera si assenta per preparare la siringa, non con il solito medicinale, ma con una sostanza narcotizzante. Una volta che la povera vittima cade addormentata, i malfattori hanno tutto il tempo per rubare soldi e preziosi.
In questo tipo di truffa è bene insospettirsi di persone sconosciute che entrano in casa con qualsiasi scusa anche la più verosimile e credibile, perché questa è la loro abilità.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.

La falsa benedizione:
Due finte suore abbordano delle signore anziane con la scusa che il nuovo parroco deve benedire le case. Le religiose fissano l'appuntamento per la benedizione e si presentano con un falso prete.
A questo punto mentre il parroco e una suora distraggono l'anziana con preghiere e riti, l'altra suora, con la scusa di andare in bagno, ha modo di andare nelle varie stanze della casa e derubare la signora di soldi e preziosi.
La riuscita di questa truffa sfrutta la fiducia che le persone hanno verso i religiosi. È bene sapere che in questi casi i malfattori cercano di imitare i riti religiosi e quindi essere sospettosi ancor prima di dargli un appuntamento può smascherarli.
Il consiglio quindi è quello di non fare entrare in casa persone anche con indosso abiti religiosi qualsiasi sia la scusa e nel dubbio si può chiamare il 113.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.


Il falso incidente:
Due malintenzionati adocchiano la loro vittima in un parcheggio di un supermercato. È una donna che dopo aver caricato la spesa in macchina fa alcune manovre per uscire dal parcheggio ed è allora che uno dei due malviventi dà una botta alla carrozzeria dell'auto, simulando il rumore dell'urto con un'altra macchina.
La vittima non facendo troppo caso al rumore, esce dal parcheggio e si allontana.
I due la seguono e la fermano qualche metro più avanti incolpandola di aver urtato la loro macchina poco prima.
Per convincerla, le ricordano il rumore che in effetti la signora ha udito e le mostrano un'ammaccatura sull'auto, che in realtà era preesistente.
Con la scusa che quel modesto danno gli farebbe aumentare l'assicurazione si fanno pagare in contanti il danno mai provocato.
Un anziano proprio per aver visto il video della simulazione su "Striscia la notizia" ha evitato di essere derubato e naturalmente
ha ringraziato il Tg satirico.

E per completezza riportiamo una notizia realmente accaduta: un uomo di 26 anni, di Afragola (Napoli), è stato arrestato dagli agenti della sottosezione
polizia stradale di Frosinone con l'accusa di estorsione per aver cercato di farsi risarcire un danno all'auto mai avvenuto.
L'arresto è stato possibile perché un signore mentre era alla guida della propria macchina ha segnalato al 113 che era stato avvicinato dal conducente di un'alfa romeo scura che aveva tentato di costringerlo a fermarsi senza però riuscirvi.
Poco più avanti la stessa persona che aveva fatto la segnalazione al 113 aveva notato la stessa alfa romeo ferma vicino ad un altro veicolo con una donna anziana a bordo. La pattuglia della polizia riusciva a rintracciare l'alfa romeo e la donna che aveva appena subito un'estorsione con la tecnica "dello specchietto rotto". Il raggiro consiste nell'avvicinare una macchina (generalmente condotta da una donna sola o da una persona anziana), dopodiche viene gettato addosso all'auto un oggetto
che provoca un forte rumore (solitamente una noce o un osso di pesca).
Poi il truffatore raggiunge il malcapitato per costringerlo a fermarsi lampeggiando con i fari, suonando con il clacson ed a volte anche tagliandogli la strada.
Infine simulando alla vittima l'urto che ha provocato la rottura dello specchietto dell'auto (che in realtà era già danneggiato) il malvivente pretende il
risarcimento.


Le false forze dell'ordine:
I malviventi con false divise da poliziotti o da Carabinieri riescono ad entrare in casa di un'anziana e con la scusa che in zona sono stati messi a segno alcuni furti e una parte del bottino è stato recuperato, le chiedono di verificare se gli è stato rubatoqualcosa.
La malcapitata fidandosi di quelle persone in divisa va a controllare se le manca qualcosa e inconsapevolmentescopre dove tiene nascoste le sue cose di valore.
A questo punto, uno dei due finti Carabinieri distrae la vittima con la scusa di fare un verbale, mentre l'altro, simulando la necessità di eseguire un ulteriore controllo, va direttamente nel nascondiglio mostrato in precedenza dalla signora e tranquillamente gli porta via tutti i valori.
La riuscita di questa truffa sfrutta la fiducia che le persone hanno verso le forze dell'ordine.
È bene sapere che in questi casi imalfattori cercano di imitare sia la divisa che il modo di operare ed essere sospettosi ancor prima di aprirgli la porta può smascherarli.
Il consiglio quindi è quello di non fare entrare in casa persone anche con indosso una divisa qualsiasi sia la scusa e nel dubbio
si può fare la verifica chiamando i numeri di emergenza 113,112.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.

I falsi operai Enel:
Prima individuano la vittima e poi la chiamano al telefono presentandosi come operai Enel.
Due truffatori durante la telefonata spiegano che devono istallare in casa un apparecchio conforme alle nuove normative europee e che trovandosi in zona potrebbero farlo anche subito.
Una volta entrati in casa del malcapitato uno dei malfattori finge di mettersi subito al lavoro, l'altro distrae la vittima con la scusa di controllare le bollette già pagate riesce a farla allontanare.
Appena rimasti soli, i falsi operai cominciano ad arraffare gli oggetti di valore che trovano nelle varie stanze della casa.
Questo tipo di truffa al di la che sia un operaio dell'Enel o qualsiasi altro personaggio si realizza sfruttando la vostra fiducia.
Quindi è bene insospettirsi di persone che entrano in casa con qualsiasi scusa anche la più verosimile e credibile, perché questa è la loro abilità.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.


I falsi pompieri:
Due uomini vestiti da pompieri si presentano a casa di un signore con la scusa che nel palazzo di fronte è in corso un principio di incendio.
Una volta entrati in casa all'inquilino viene chiesto di controllare la situazione dal balcone mentre i due malviventi,,approfittando della situazione, rubano oggetti preziosi e soldi dall'appartamento. Conclusa la razzia, i falsi pompieri avvisano il gentile signore che il pericolo è cessato e si congedano in tutta fretta.
La riuscita di questa truffa si basa sulla voglia delle persone di rendersi utili, sulla gentilezza, sull' urgenza e sul pericolo del
momento ed è agevolata dalla credibilità della divisa.
Non fare entrare in casa persone anche con indosso una divisa, qualsiasi sia la scusa, è la cosa migliore da fare per evitare di essere imbrogliati; nel dubbio si può fare la verifica chiamando i numeri di emergenza 113,112, 115.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" mostra come avviene il raggiro.

Un mazzo di fiori per il compleanno:
In due, un uomo e una donna, seguono un anziano per scoprire il suo indirizzo e la data di nascita. Il giorno del compleanno della vittima scatta il raggiro: la donna acquista un mazzo di fiori e va a casa dell'anziano fingendosi una fioraia.
Per nulla insospettito il signore fa entrare la donna la quale lascia socchiusa la porta.
Con la scusa di bere un bicchiere di acqua e di consegnargli la ricevuta la finta fioraia si sposta con la vittima in un'altra stanza.
In quel momento entra in azione il complice che trovando la porta aperta può entrare indisturbato e rubare tutto ciò che trova.
La donna per dare il tempo al suo compagno di fare razzia di soldi e preziosi, distrae l'anziano con un'amichevole
conversazione.
La riuscita di questa truffa fa forza sulla solitudine delle persone e sulla gentilezza della donna che con i suoi modi riesce ad accomodarsi in casa e a distrarre la vittima.
Non fare entrare in casa persone comunque sconosciute qualsiasi sia la scusa è la cosa migliore da fare per evitare di essere
imbrogliati.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere come avviene il raggiro.

Un'attraente ragazza bussa alla porta:
Una bella ragazza suona alla porta di un anziano signore che vive da solo, con la scusa di una vendita per beneficenza e adottando atteggiamenti gentili e provocanti convince l'ignara vittima ad aprirgli la porta e a farla accomodare in casa.
A un certo punto la ragazza chiede di poter andare in bagno ma è una scusa per entrare nelle altre stanze e arraffare tutto ciò che può.
Poi, fingendo di aver ricevuto una telefonata improvvisa, se ne va.
La riuscita di questo raggiro fa forza sulla solitudine delle persone e sulle "grazie" di una bella e gentile donna che con i suoi modi conquista la fiducia della vittima. Una volta in casa poi la truffatrice sa di poter agire senza problemi.
Non fare entrare in casa persone comunque sconosciute qualsiasi sia la scusa è la cosa migliore da fare per evitare di essere imbrogliati.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.

Arriva a casa l'incaricato Inps con un pacco in omaggio:

Un falso incaricato dell'Inps si presenta a casa di una pensionata per consegnargli un pacco regalo e dare una buona notizia da parte dell'ente di previdenza.
L'uomo dice all'anziana di averle portato i documenti utili per poter avere tre anni di arretrati di circa 6 mila euro da ritirare direttamente all'ufficio postale versando prima a lui una "piccola" cifra di 150 euro.
Una volta intascati i soldi, il truffatore si allontana con una scusa, lasciando il pacco alla signora, la quale, dopo averlo aperto e trovato vuoto si rende conto di essere stata imbrogliata.
L'elemento per realizzare questo tipo di truffa, indipendentemente che sia un pacco od altro oggetto, sta nel fatto che per ricevere il regalo o altro beneficio sostanzioso bisogna prima pagare una somma all'incaricato truffatore.
Quindi è bene insospettirsi di persone che entrando in casa con qualsiasi scusa anche la più verosimile e credibile, perché questa è la loro abilità, vi chiede dei soldi per averne tanti altri in cambio che non riceverete mai.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.


Arriva a casa l'incaricato Enel per rimborsare le bollette:
Una persona o più persone con finto tesserino dell'Enel si presentano a casa di un'anziana signora con la scusa "interessante" che riceverà un rimborso.
Il falso incaricato mostra alla malcapitata dei tabulati generici per farle vedere che deve avere dei soldi, poi le consegna 50 euro e ne chiede 25 di resto allo scopo di scoprire dove la signora tiene i contanti.
Subito dopo si inventa una scusa per mandare la vittima a visionare i contatori al pianterreno e poter rubare così i soldi indisturbato.
Una volta preso il denaro il malvivente si allontana rapidamente.
Questo tipo di truffa al di la che si tratti di un incaricato dell'Enel o di un qualsiasi altro personaggio, si realizza unicamente se fate scoprite dove tenete i soldi o i preziosi.
Quindi è bene sempre insospettirsi di persone che cercano di entrare in casa, con qualsiasi scusa, anche la più verosimile e credibile.
La loro abilità sta proprio nel convincervi a render loro possibile l'ingresso nella vostra abitazione e nello scoprire dove conservate il denaro.
Il video realizzato dalla redazione di "Striscia la notizia" fa vedere dal vivo come avviene il raggiro.



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Bel po' di Truffe Trovate sul Sito della Polizia di stato...Ocio alla Truffa

TriestePrima è in caricamento