rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Unione; Il Punto di Andrea Giovannini

La Triestina esce con le ossa rotte dalla partita casalinga con il Barletta. Solito modulo, offensivo ma privo della necessaria spinta affinchè il pallone entri in rete. Buoni spunti di Curiale e Godeas  che sembrano, però, poco assistiti dai...

La Triestina esce con le ossa rotte dalla partita casalinga con il Barletta. Solito modulo, offensivo ma privo della necessaria spinta affinchè il pallone entri in rete.

Buoni spunti di Curiale e Godeas che sembrano, però, poco assistiti dai centrocampisti; manca collegamento tra il centrocampo e l'attacco e tra il centrocampo e la difesa, si è sentita la mancanza del capitano Allegretti, poi di Silvestri, infortunato. Gissi ha fatto quel che ha potuto, compresa un'ammonizione evitabilissima che ne ha compromesso la prestazione.

Motta abbondantemente sotto tono, sembra sempre in difficoltà e estremamente poco combattivo, Evola ci prova, ma anche da lui non arriva il contributo richiesto. Se a tutte queste variabili ci metti anche prerogativa fissa di una difesa stile biliardino, colpevole, e tanto, su entrambi l goal pugliesi, ne esce la gara di lunedì sera, il secondo stop casalingo assieme alla quinta sconfitta stagionale.

Ed ecco perché, alla fine, nonostante il collegamento con la rai nazionale, nella tristezza di una sala stampa desolatamente scarsa di presenti, esce il nuovo Presidente Aletti e zittisce tutti ancora prima che inizino le domande.

" Abbiamo fatto cagare, siamo una squadra forte ma ci hanno preso in giro davanti ai nostri tifosi e a tutta Trieste. La direzione tecnica informa che la squadra è in silenzio stampa". Esempio di una società e di un modo di gestire le difficoltà, che forse sarebbe più consono ad una squadra di IIIa categoria.

Discepoli, a mio modo di vedere, doveva presentarsi in conferenza stampa e spiegare le motivazioni di uno stop casalingo che si poteva e doveva evitare. Ovviamente, questo atteggiamento, lascia presagire, come da voci di corridoio, di uno scontato avvicendamento sulla panchina rosso alabardata; troppo scarsi i risultati per una Triestina che effettivamente deve puntare più in alto!

Se questo è l'inizio della nuova gestione, siamo decisamente messi male. Ad ogni buon conto, sarebbe il giusto atto conclusivo di una gestione Fantinel, che, per quanto non abbia disastrato l'Unione, comunque l'ha lasciata nelle mani di persone che fanno proclami oggi, rinnegando tutto domani, sparando a zero dopodomani e, tra denunce, diffide e fascicoli consegnati alle autorità competenti, non si rendono conto del potenziale che la nostra città e suoi tifosi può rappresentare!

Testimonianza ne è la scarsissima affluenza allo stadio di lunedì sera! Come direbbe uno che ieri sera ha vinto? " Siamo una squadra fortissimi?. " solo che lui a pochi metri dal Rocco ha fatto il tutto esaurito?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione; Il Punto di Andrea Giovannini

TriestePrima è in caricamento