Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Via Gioacchino Rossini

Unioni civili, la Giunta concede Palazzo Gopcevich e in futuro anche il sabato

Apertura dell'Amministrazione comunale sulle trascrizioni delle unioni civili: individuata anche la sala Bobi Bazlen nel palazzo di via Rossini e, espletate le pratiche tecniche, sarà possibile prenotare anche il giorno prefestivo

«In forza della Legge 20 maggio 2016, n. 76 “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze” e delle relative disposizioni transitorie decretate dal Presidente del Consiglio dei Ministri, l'Ufficio di Stato Civile ha predisposto il registro provvisorio delle Unioni Civili. Il registro è stato inviato alla Prefettura per la vidimazione, ed è stato restituito in questi giorni. La norma prevede i due passaggi, processo verbale di richiesta di unione e registrazione della dichiarazione di costituzione dell'unione, come definito col decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23.07.2016, n.144 (GU n. 175 del 28.07.2016) entrato in vigore il 29.07.2016. Inoltre, l'art. 1, comma 3, ultimo capoverso dell'ordinamento dello stato civile (DPR 396/2000) si applica solo alla celebrazione del matrimonio e non ha subito modifiche da parte del legislatore dell'Unione civile. In quel contesto si parla di “celebrazione di matrimonio”, mentre per l'unione civile il legislatore non usa il termine “celebrazione”; lo stesso DPR individua i soggetti certificatori dell’Unione Civile (Sindaco, Segretario Generale e gli ufficiali di stato civile con delega piena) e non è contemplata la possibilità di delega ad altri soggetti, come privati cittadini».

In una nota stampa del Comune di Trieste vengono rese note le fasi completate dall'amministrazione per adeguarsi alla legge sulle trascrizioni delle unioni civili e «tenuto presente che non esiste un diritto soggettivo ad ottenere una determinata sala in una determinata giornata, ma solo a godere di uno spazio nel quale poter svolgere gli adempimenti previsti dalla legge, il Comune di Trieste, se richiesto ed in base a determinate necessità, oltre agli spazi già individuati (ossia la sala 101, ndr), metterà a disposizione per le Unioni Civili la sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich, in via Rossini». 

«Non appena sarà tecnicamente possibile - conclude il comunicato del Comune -, l’atto delle Unioni Civili potrà essere espletato, su richiesta, anche nella giornata di sabato. Questo quanto è stato stabilito al termine della riunione odierna (lunedì 22 agosto) della Giunta comunale di Trieste».

Trieste_Palazzo-Gopcevich-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unioni civili, la Giunta concede Palazzo Gopcevich e in futuro anche il sabato

TriestePrima è in caricamento