Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Sala matrimoni per unioni civili, il Vescovo: «Il comune sta rispettando la legge»

Il Vescovo di Trieste, Gianpaolo Crepaldi, intervistato da Ferdinando Avarino di TeleQuattro sulla concessione della Sala matrimoni per le unioni civili

Il Vescovo ci Trieste, Sua Eccellenza Giampaolo Crepaldi, sull'uso della sala matrimoni per la trascrizione delle unioni civili.

«Le unioni civili non sono un matrimonio ma un atto amministrativo, se dopo si vogliono creare espressamente delle polemiche sulle unioni civili come primo passo per arrivare al matrimonio, questo è un giochetto che tutti capiscono»

«L'Amministrazione guardando il testo della legge la sta applicando e rispettando la legge per come è e per quello che è»

E in merito all'uso di due diverse sale per i matrimoni e per le unioni civili il Vescovo Crepaldi ancora aggiunge: «Mi pare che è la legge stessa che va nella direzione di distinguere e non di fare confusione».

E alle parole del presidente dell'Arci Gay di Trieste nella trasmissione Ring di TeleQuattro, di portare una manifestazione di piazza, un "Gay pride" a Trieste se non ci sarà dialogo con l'Amministrazione, il Vescovo aggiunge: «Deve esserci il massimo della libertà, ma anche il massimo del rispetto».

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/Q6R6ApjAvrs" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sala matrimoni per unioni civili, il Vescovo: «Il comune sta rispettando la legge»

TriestePrima è in caricamento