Cronaca

Università, Panariti: «Come accedere ad alloggi e mense per studenti»

I regolamenti per le Case dello Studente e le mense gestite dall'Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori la Regione ha disciplinato l'utilizzo delle residenze universitarie e del servizio di ristorazione per gli studenti

Foto di repertorio

Con l'approvazione dei regolamenti per l'accesso alle Case dello Studente e la fruizione delle mense gestite dall'Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori (Ardiss), la Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Istruzione Loredana Panariti, ha disciplinato l'utilizzo delle residenze universitarie e del servizio di ristorazione rivolto agli iscritti degli atenei di Trieste e Udine, dei conservatori Tartini di Trieste e Tomadini di Udine, degli istituti tecnici superiori di Trieste, Udine e Pordenone, della Scuola internazionale superiore di Studi avanzati (Sissa) di Trieste ma anche ai borsisti delle Università giuliana e friulana e degli enti pubblici di ricerca, agli studenti Erasmus incoming, ai partecipanti dei programmi di mobilità internazionale ed a tutti gli altri eventuali fruitori previsti dalla LR 21/2014.

Le residenze universitarie articolate in camere doppie e singole con servizi (alcune anche predisposte per studenti disabili) dispongono di spazi comuni destinati a ristorazione, studio, uso strumenti informatici, attività culturali/ricreative e servizi di stireria/lavanderia. Potranno essere utilizzate nel corso dell'intero anno o come foresteria temporanea, ospitalità per convegni/congressi e ricettività nel periodo estivo rivolta ad ospiti di enti ed istituzioni in convenzione. 

Informazioni dettagliate sono disponibili sul sito www.ardiss.fvg.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, Panariti: «Come accedere ad alloggi e mense per studenti»

TriestePrima è in caricamento