Cronaca

Università, la Protesta degli Studenti dopo la Scomparsa delle Panchine dall'Atrio

Il 30 settembre è stata organizzata una manifestazione contro questa decisione «È questione di decoro - spiega il Rettore Fermeglia - ... il luogo in questione è un atrio, non una sala d'attesa». Questa la motivazione alla base della scomparsa...

Il 30 settembre è stata organizzata una manifestazione contro questa decisione

«È questione di decoro - spiega il Rettore Fermeglia - ... il luogo in questione è un atrio, non una sala d'attesa». Questa la motivazione alla base della scomparsa delle panchine dall'atrio dell'università. Una decisione non condivisa dagli studenti che hanno deciso di lanciare un segnale organizzando una "seduta" di gruppo, ovviamente sul pavimento (come si vede nelle foto di Flavia Di Puma e Francesca Gelleni).

Queste le parole di uno dei rappresentanti degli studenti, Marco Cernich, rappresentante per la Lista di sinistra nel consiglio del corso di giurisprudenza: «Oggi (30 settembre) abbiamo "diversamente bivaccato". Il Rettore alla fine non è passato per l'atrio, ma sono passati invece diversi studenti che hanno sentito, hanno visto e forse hanno solidarizzato. La questione delle panche non è affatto banale perché colpisce la nostra dignità di studenti, che agli occhi dell'opinione pubblica appaiono come ragazzi perdigiorno. Così passa il messaggio che all'università non si fa nulla, che ci si rinchiude in un mondo astratto, comodo e in fondo, sotto sotto inutile. Non è così. L'università non è tanto diversa dalla vita "al di fuori". Si può "bivaccare" e rimanere indietro, oppure ci si può impegnare a fondo, studiare ore e ore e laurearsi con il massimo dei voti. Guai a fare di tutta l'erba un fascio».

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, la Protesta degli Studenti dopo la Scomparsa delle Panchine dall'Atrio

TriestePrima è in caricamento