menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università di Trieste: crescono le immatricolazioni, oltre il 14% in più dell'anno scorso

Al 30 ottobre 2015 i dati sulle immatricolazioni all'Università di Trieste, riportano un significativo aumento di iscritti alle Lauree triennali pari al 14,58 % in più rispetto allo scorso anno, passando dai 2880 neo iscritti dell'anno accademico 2014/15 agli odierni 3300 del 2015/16

La stampa nazionale si è occupata, nei giorni scorsi, del preoccupante calo di matricole nelle università italiane, tendenza che sarebbe molto più grave nel mezzogiorno d’Italia, mentre avrebbe un impatto riduttivo di minore entità negli atenei settentrionali. 

Da un’analisi effettuata sullo stesso sito ministeriale (ANS Anagrafe Nazionale Studenti) consultato da alcuni organi di stampa, emerge però che il dato pubblico di ANS non è aggiornato, infatti, confrontando i dati presenti sulla versione pubblica di ANS (https://anagrafe.miur.it/index.php) con quelli presenti nella sezione riservata solo agli atenei, i dati sono diversi (il dato pubblico è sensibilmente inferiore, tanto che sullo sito stesso viene chiaramente indicata l’avvertenza che i dati 2014/15 sono da considerare “provvisori”). 

Alcuni organi di stampa nazionali, hanno usato quindi dei dati “provvisori”, cioè non certi, non definitivi, per fare esercizi di preziosismo statistico che non corrispondono per niente alla realtà dei fatti. Varie università italiane hanno segnalato questa incongruenza, tipico appare il caso dell’Università di Parma, che pur essendo in crescita, si è vista attribuire un calo del 36,1% di immatricolati sul quadriennio 2011 - 2014. 

Gli stessi dati hanno, fra l’altro, indicato come le nostre università regionali siano anch’esse in arretramento, ma certo ciò non corrisponde ai termini colà definiti.  L’Università di Trieste, ad esempio, registra anche quest’anno,  un saldo positivo nelle immatricolazioni.  Al 30 ottobre 2015 i dati sulle immatricolazioni all’Università di Trieste, riportano un significativo aumento di iscritti alle Lauree triennali pari al 14,58 % in più rispetto allo scorso anno, passando dai 2880 neo iscritti dell’anno accademico 2014/15 agli odierni 3300 del 2015/16.  Un significativo balzo in avanti, dovuto in gran parte alla qualità dell’offerta formativa, agli investimenti fatti sui servizi a favore della mobilità internazionale degli studenti e del placementformativo nelle aziende, oltre che un "manifesto tasse" che ci posiziona tra i migliori atenei del Nord Italia.  Si ricorda, peraltro, che l’Università di Trieste è oggi classificata dall'indagine  Censis - La Repubblica 2015/2016 ben al 3° posto nazionale nella graduatoria degli atenei medi, e alla 5a posizione nazionale assoluta con 95.4 punti, sui 58 atenei pubblici italiani censiti.

Anche i dati delle iscrizioni alle Lauree magistrali sono, al momento, perfettamente allineati ai dati dello scorso anno anche se, com’è noto, tale processo di reclutamento si concluderà formalmente soltanto nei primi mesi del 2016, lasciando quindi intravedere, anche in questo caso, una probabile conferma o addirittura aumento degli iscritti al ciclo d'istruzione delle lauree di secondo livello. 

Nei singoli settori di studio, si registrano dei decisi incrementi soprattutto nei corsi di laurea in Fisica (addirittura +55%), Ingegneria industriale, Ingegneria elettronica ed informatica, Economia e gestione aziendale, Lingue e letterature straniere.  In evidente miglioramento anche le lauree in Farmacia, Giurisprudenza, Geologia, Scienze e tecnologie per l’ambiente, Statistica ed informatica per l’azienda, Storia e filosofia, Fisioterapia, ed, infine, Discipline infermieristiche. 

Il Rettore Maurizio Fermeglia, valutando attentamente questi dati ha, infine, dichiarato: “Il grosso lavoro per orientare e motivare gli studenti in ingresso sta dando finalmente i risultati sperati. Un aumento delle immatricolazioni al primo anno di oltre il 14% rispetto allo scorso anno in una situazione di calo generalizzato a livello nazionale è molto significativa, anche in considerazione che una buona parte degli studenti neo immatricolati provengono dall’estero e da fuori regione. Fatto questo molto significativo che sta ad indicare che l’ateneo di Trieste viene scelto studenti per la qualità degli insegnamenti, della ricerca e per le posizioni nei ranking internazionali.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento