Lo spostamento

L’Ursus rischia di affondare: oltre un milione e mezzo per trasferirlo a terra

L’Autorità di sistema portuale ha approvato il progetto per lo spostamento e la sistemazione dell’Ursus su un piazzale dell’Arsenale San Marco

TRIESTE – L'Ursus rischia l'affondamento e dovrà essere sistemato su un piazzale dell’Arsenale San Marco. L’Autorità di sistema portuale ha già approvato il progetto da 1,52 milioni di euro per lo spostamento da dove si trova attualmente, ossia nello specchio d'acqua antistante la torre del Lloyd. L'Autorità portuale comunica infatti che le strutture sono "notevolmente alìmmalorate" e la decisione si è resa necessaria per salvaguardare la storica gru dall'aggressività dell'ambiente marino. E' stata così progettata la preparazione di un apposito basamento che consentirà all'Ursus un appoggio stabile, l’alaggio alla vicina banchina, lo spostamento e il rizzaggio mediante l’uso di tiranti. In precedenza erano state pubblicate delle gare per il restauro dello scafo e delle sovrastrutture del galleggiante, ma senza successo per mancanza di offerte.

L’Ursus è stato impostato nel 1914, con la stessa tecnica costruttiva della Tour Eifell, e la sua costruzione è stata completata negli anni 30. Inizialmente il suo scopo doveva essere quello di collocare i motori e i cannoni all’interno delle navi da guerra, ma all’Arsenale triestino San Marco l’Ursus fu impiegato per la costruzione delle più grandi navi realizzate dal cantiere, comprese le costruzioni speciali come il Castoro 2 della Saipem. Vista l'importanza della costruzione, è stato recuperato e mantenuto negli anni dalle istituzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Ursus rischia di affondare: oltre un milione e mezzo per trasferirlo a terra
TriestePrima è in caricamento