Tamponi al rientro dalle vacanze in Croazia: cosa dice l'ordinanza

Il ministro Speranza, in virtù della nuova ondata di contagi in Croazia, dispone l'obbligo di test per il Covid 19 al rientro da Croazia, Grecia, Malta o Spagna. Nell'articolo l'ordinanza integrale

Chi entra in Italia e nei quattordici giorni antecedenti ha soggiornato o transitato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna, ha l'obbligo di fare il tampone per il Covid 19. Inoltre si aggiunge la Colombia alla lista dei Paesi per cui è previsto divieto di ingresso e transito. Lo dice la nuova ordinanza del ministro Speranza che, in virtù della nuova ondata di contagi in Croazia, dispone i seguenti provvedimenti:

1 - obbligo di presentare all’imbarco l’attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso in Italia, ad un test molecolare o antigenico con tampone, che deve avere risultato negativo; 

2 - obbligo di sottoporsi ad un test al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine,ove possibile, oppure (entro 48 ore dall’ingresso in Italia) presso l’azienda sanitaria locale di riferimento, e in attesa del test è obbligatorio sottoporsi all'isolamento fiduciario in casa.

3 - Anche in assenza di sintomi, le persone sono obbligate a comunicare immediatamente il proprio ingresso nel territorio nazionale al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio

4 - In caso di sintomi Covid - 19, è obbligatorio segnalarlo con tempestività all’Autorità sanitaria chiamando i numeri telefonici dedicati e di sottoporsi ad isolamento.

Scarica l'ordinanza integrale

Elenco riferimenti telefonici dei Dipartimenti di prevenzione Sanitaria per attivare il periodo di quarantena.

Trieste 040 3997490

Gorizia 0481 592806

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento