Cosa fare al rientro dalla Croazia, la Regione risponde alle domande più frequenti

La Regione Friuli Venezia Giulia ha pubblicato una lista di domande e risposte che riprendono gli interrogativi e i dubbi avanzati dai cittadini in questo particolare periodo

Dopo l'emissione dell'ordinanza da parte del Ministero della Salute sull'obbligo dei tamponi per chi rientra da Croazia, Grecia, Malta e Spagna, sono molti i cittadini che hanno iniziato a richiedere maggiori informazioni in merito alle particolarità del singolo caso. A tal proposito, la Regione Friuli Venezia Giulia ha pubblicato una lista di Faq (Frequently Asked Question, o semplicemente domande frequenti ndr) così da rispondere "personalmente" ai cittadini che rientrano dai paesi in questione. Di seguito, ecco tutte le domande e le risposte.  

1) Sono rientrato dalla Croazia il 12 agosto, devo fare il tampone? No, l’ordinanza si applica per chi rientra in Italia a partire dal 13 agosto.

2) Se sono un lavoratore transfrontaliero in Croazia, come devo comportarmi? L’Ordinanza non si applica ai lavoratori transfrontalieri e quindi non è necessario segnalare l’ingresso in Italia al Dipartimento di Prevenzione e nemmeno sottoporsi al tampone.

3) Al rientro dai Paesi interessati dall’Ordinanza, chi mi fa il tampone? I residenti in FVG si devono rivolgere al Dipartimento di Prevenzione di residenza/dimora; i non residenti, al Dipartimento di Prevenzione del loro territorio.

4) Dove devo recarmi a fare il tampone? Al rientro è necessario contattare immediatamente il Dipartimento di Prevenzione di residenza/dimora, che darà le istruzioni per l’esecuzione del tampone.

5) Chi controlla i miei movimenti al rientro dalla Croazia? Il controllo rientra tra i compiti delle Forze dell’ordine.

6) Devo rimanere in isolamento mentre aspetto il risultato del tampone? Assolutamente sì, fino a quando il Dipartimento di Prevenzione non mi comunicherà l’esito negativo del tampone.

7) Dopo quanto tempo avrò il risultato del tampone? Sono necessarie almeno 12 ore.

8) Domani ritorno dalla Spagna: ho appuntamento con una struttura privata accreditata extraregionale per il tampone. Se sarà negativo sono a posto? Sì, ma ho comunque l’obbligo di comunicare al Dipartimento di Prevenzione del mio territorio che sono entrato in Italia, che ho eseguito il tampone e l’esito dello stesso.

9) Posso rivolgermi ai laboratori privati accreditati delle Regioni confinanti? Sì, se sono accreditati dalla Regione per il test PCR SARS CoV2, ma devo in ogni caso segnalare il mio ingresso in Italia al Dipartimento della mia Azienda Sanitaria di riferimento e comunicargli l’esito del tampone.

10) Se rientro da Croazia, Grecia, Malta o Spagna devo rimanere in isolamento fiduciario per 14 giorni? Devo sottopormi quanto prima possibile al tampone: se il test è negativo, non devo sottostare all’isolamento fiduciario domiciliare.

11) Se rientro da Romania e Bulgaria devo rimanere in isolamento fiduciario per 14 giorni? Sì.

12) Se sono uno straniero proveniente dalla Spagna per una vacanza in Italia e arrivo con l’aereo cosa devo fare? Devo consegnare al vettore aereo l’esito di un tampone eseguito nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, con test molecolare o antigenico, risultato negativo.

13) Sono un cittadino UE in transito verso il mio Paese dalla Croazia: devo fare qualcosa? Ho 36 ore di tempo per lasciare l’Italia.

14) Sono un cittadino UE in transito verso il mio paese dalla Croazia e vorrei passare qualche giorno in Italia prima di tornare nel mio Paese: cosa devo fare? Devo segnalare l’ingresso al Dipartimento di Prevenzione della città dove intendo fermarmi e fare il tampone, restando in isolamento nella mia dimora, oppure effettuare un tampone in Croazia con test molecolare o antigenico, con risultato negativo, eseguito al massimo nelle 72 ore antecedenti all’arrivo in Italia ed esibirlo ad eventuali controlli delle autorità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento