menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziani in attesa del vaccino a domicilio: Asugi schiera i Distretti e oltre 70 medici

L'obiettivo è di coprire il 70 per cento entro la fine di aprile. "Gli utenti verranno contattati dai medici impiegati che fisseranno gli appuntamenti" così la nota. Circa 600 persone raggiunte dal call center negli ultimi quattro giorni. Sulle vaccinazioni si procede al ritmo di 1800 dosi al giorno. "Obiettivo 6000" 

L'Azienda Sanitaria accelera sulle vaccinazioni a domicilio destinate agli anziani impossibilitati a muoversi da casa. Nella giornata di ieri 12 aprile l'assessore regionale alla Sanità Riccardo Riccardi aveva annunciato il raggiungimento del 70 per cento della categoria "entro la fine del mese di aprile" e la stessa Asugi, in una nota inviata alla stampa nella mattinata di oggi, fa sapere che nelle prossime settimane il personale dei Distretti contatterà gli utenti e fisserà i relativi appuntamenti. 

Medici di base, distretti e Usca

L'operazione verrà resa possibile grazie al coinvolgimento di 70 medici di base, dei medici USCA e di quelli distrettuali che hanno aderito alla campagna vaccinale nel territorio di competenza dell'Azienda. Nonostante le segnalazioni di lunghe attese pervenute anche alla redazione di TriestePrima, Asugi afferma che "le vaccinazioni a domicilio sono già iniziate a febbraio, partendo dai pazienti non trasportabili". Per quanto riguarda l'operazione domicilio, saranno gli stessi medici impiegati nella campagna a contattare le persone, iniziando quindi a programmare le somministrazioni. 

La campagna va avanti

Inoltre, l'Azienda Sanitaria fa sapere che "per le persone già prese in carico dall’assistenza distrettuale, su valutazione del Distretto, vengono effettuate anche vaccinazioni di prossimità nelle sedi distrettuali allo scopo di ridurre al minimo gli spostamenti". Continua quindi la campagna vaccinale in Friuli Venezia Giulia che nei prossimi giorni vedrà l'arrivo di 3550 dosi del vaccino monodose Johnson&Johnson, oltre ad altre 3200 dell'ex AstraZeneca. Negli ultimi quattro giorni il call center di Asugi ha contattato più di 600 over 80 per sondare "la necessità della vaccinazione a domicilio o la possibilità di utilizzare il trasporto protetto, accessibile, a chi deve vaccinarsi ed ha limitazioni funzionali". 

I numeri delle vaccinazioni in Asugi

Asugi infine ricorda che per ottenere ulteriori informazioni sui vaccini a domicilio, è possibile contattare sia i medici di famiglia che il Punto Unico del Distretto di residenza. "Presso le sedi di triage dei distretti - ricorda la nota - è anche possibile ritirare in forma cartacea il consenso e la scheda anamnestica da compilare prima di ogni vaccinazione". In conclusione un po' di numeri: dall'inizio della campagna vaccinale anti CoViD-19 e ad un ritmo di circa 1800 al giorno, nelle province di Trieste e Gorizia ad oggi risultano somministrate 66mila dosi, dato che copre il 20 per cento della popolazione di riferimento. Nelle prossime settimane, disponibilità dei vaccini permettendo, Asugi punta ad effettuarne quotidianamente fino a 6000. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento