Cronaca

La Regione accelera sull'operazione vaccini e arruola gli specializzandi

Attuato il Protocollo d'intesa siglato il 6 marzo tra il governo Draghi, le Regioni, le province autonome e le associazioni dei medici in formazione specialistica. Inquadrati a tempo determinato, in lavoro autonomo o in Co.co.co per una durata "non superiore a 6 mesi"

La Regione arruola i medici specializzandi nella campagna vaccinale del Friuli Venezia Giulia. L'annuncio, basato sul Protocollo d'intesa tra il governo Draghi, le Regioni, le province autonome e le associazioni dei medici in formazione specialistica siglato lo scorso 6 marzo, è stato dato dal vicegovernatore regionale con delega alla Salute Riccardo Riccardi nella mattinata di oggi 14 marzo. 

Parola d'ordine: accelerare

L'esponente forzista, ricordando che gli specializzandi "dovranno essere resi operativi in tempi rapidi sulla base di indicazioni che saranno fornite dalla direzione regionale Salute agli enti del sistema sanitario regionale" fa trasparire la necessità di una "forte accelerazione alla
campagna di immunizzazione anti-Covid" così da riuscire ad ampliare "la platea dei soggetti abilitati a inoculare le dosi di siero alla popolazione del Friuli Venezia Giulia". 

Trattamento economico

I medici specializzandi verranno reclutati a tempo determinato, in lavoro autonomo o in Co.co.co per una durata "non superiore a 6 mesi,
prorogabili in ragione delle necessità del piano vaccinale". Oltre al trattamento economico previsto dal contratto di formazione specialistica, ai medici verranno corrisposti "gli emolumenti per l'attività lavorativa di somministrazione vaccinale contro il Sars-CoV-2 e saranno a carico dell'azienda o dell'ente presso il quale il medico specializzando svolgerà l'attività". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione accelera sull'operazione vaccini e arruola gli specializzandi

TriestePrima è in caricamento