Cronaca

Vaccini, al via le prenotazioni dai 16 ai 39 anni. Fedriga: "Speriamo nei giovani per ritorno a normalità"

Prevista per gli under 40 la somministrazione dei vaccini Pfizer o Moderna. Dato che 50mila under40 hanno già ricevuto il vaccino perché inseriti nelle categorie prioritarie, in quella fascia d'età rimangono circa 220mila i soggetti che possono vaccinarsi

Foto: Aiello

"Domani sarà una giornata importante, perché con l'apertura delle agende anche alle persone tra i 16 anni compiuti e i 39 ci aspettiamo che la campagna vaccinale in Friuli Venezia Giulia subisca una forte accelerazione. Dato che 50mila under40 hanno già ricevuto il vaccino perché inseriti nelle categorie prioritarie, in quella fascia d'età rimangono circa 220mila i soggetti che possono vaccinarsi, ai quali saranno riservati i vaccini Pfizer e Moderna". Lo hanno dichiarato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, e il vicegovernatore Riccardo Riccardi, spiegando che "con l'apertura delle vaccinazioni ai giovani, che auspichiamo aderiscano in massa, la battaglia contro il Covid-19 segna un rilevante passo avanti. Anche se i giovani sono, nella maggior parte dei casi, meno a rischio dei soggetti più anziani garantire la loro immunizzazione significa fare un importante passo avanti verso l'agognato ritorno alla normalità".

Fedriga e Riccardi ha quindi sottolineato che "vaccinarsi rappresenta un gesto di responsabilità verso l'intera comunità e di fiducia verso la scienza, quindi speriamo che i giovani sapranno dare un segnale deciso in tale senso e che il loro esempio convinca anche chi è ancora restio a vaccinarsi". La vaccinazione può essere prenotata attraverso il Call center regionale (0434 223522), gli sportelli Cup delle aziende sanitarie, le farmacie abilitate e dalle ore 7 di domani, giovedì 3 giugno, anche tramite la webapp (vaccinazioni-anticovid19.sanita.fvg.it). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, al via le prenotazioni dai 16 ai 39 anni. Fedriga: "Speriamo nei giovani per ritorno a normalità"

TriestePrima è in caricamento