menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prenotare il vaccino su tablet, pc e mobile? Da domani semaforo verde alle prenotazioni via app

E' stata presentata ufficialmente oggi 12 aprile. Al momento si potranno prenotare solo le categorie attualmente ammesse alla vaccinazione: sanitari, persone fragili e loro caregiver e over 60

Da domani 13 aprile in Friuli Venezia Giulia sarà attiva una Web App per le prenotazioni alle vaccinazioni anti-covid, messa a punto da Insiel. Trattandosi di una Web App, utilizzabile senza bisogno di essere scaricata, si potrà usare su tutti i dispositivi mobili, dallo smartphone al tablet, passando per il pc. Oltre a Cup e farmacie si potrà dunque sfruttare anche questo strumento. "Dobbiamo facilitare la partecipazione alla campagna vaccinale - ha spiegato il governatore Massimiliano Fedriga - visto che per certi versi è più bassa rispetto ad altre regioni ed è operazione fondamentale. Non possiamo inseguire con una siringa chi non vuole vaccinarsi, ma possiamo sensibilizzare e rendere più accessibile l'approccio del cittadino nei confronti dei vaccini".  

Come funziona

Si potrà accedere - sette giorni su sette e 24 ore al giorno - in due modalità, ovvero attraverso lo Spid o con la tessera sanitaria, e si potrà eseguire la prenotazione anche per altre persone, usando la loro tessera sanitaria. Il sistema permetterà di scegliere la data e il luogo della somministrazione. Al momento si potranno prenotare solo le categorie attualmente ammesse alla vaccinazione: sanitari, persone fragili e loro caregiver e over 60. Sul fronte delle prenotazioni effettuate finora in Friuli Venezia Giulia, gli over 90 sono al 47 per cento, il 72 per cento nella fascia 80-89 anni, il 77,3 per cento tra gli over 80 ed il 66 per cento nella classe 70-79 anni. 

L'arrivo di Johnson&Johnson

In settimana arriveranno poi in regione le prime 3.500 dosi di Johnson & Johnson, vaccino con le stesse prestazioni di AstraZeneca, ma con il vantaggio che richiede una sola dose. "Il sistema della salute deve basarsi anche sulla migliore accessibilità ai servizi e sulla prossimità, vale a dire essere vicini alle persone - così Riccardi -. Dobbiamo ridurre i disagi e continuare a correre nella campagna vaccinale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento