Cronaca

Vaccini, Fedriga: "Prenotazioni libere da fasce d'età forse prima del 10 giugno"

Il governatore: "Oggi le Regioni stanno correndo, ma il problema è l'adesione. Pochi i no vax, gli altri vanno rassicurati. La fascia 50-59 anni ha un'adesione del 63%, spero possa aumentare"

Foto: Aiello

"Penso che potrebbe essere anticipata rispetto al 10 giugno la possibilità di aprire", così il presidente Fedriga ai microfoni di Radio Anch'io sulla data indicata dal presidente Figliuolo per l'eliminazione delle restrizioni in base a fasce d'età. "Oggi di fatto tutte le Regioni stanno correndo - ha detto il governatore -. Il problema non sono le fasce d'età in questo momento, ma l'adesione alla campagna vaccinale: abbiamo ancora una resistenza soprattutto in certe fasce d'età. C'è una piccola parte molto limitata di no vax, altre invece sono persone che hanno paura e hanno bisogno di rassicurazione. C'è stata comunicazione molto caotica sui vaccini, pensiamo a cosa è successo su AstraZeneca. Dobbiamo rassicurare e dire alle persone che si devono affidare alle evidenze scientifiche e non all'emotività". In conclusione ha dichiarato che in Fvg "nella fascia 50-59 anni si registra un'adesione pari al 63%, mi auguro possa aumentare. Sono fasce partite più tardi e magari c'è ancora qualcuno che si vorrà prenotare, ma è importante farlo presto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Fedriga: "Prenotazioni libere da fasce d'età forse prima del 10 giugno"

TriestePrima è in caricamento