Cronaca

Covid, dall'ospedale Maggiore l'appello a vaccinarsi: "E' la nostra salvezza"

La lettera è firmata dal direttore della struttura, il dottor Andrea Di Lenarda. "E' l’inizio della nostra salvezza e per questo chiediamo a tutti di aderire alla campagna vaccinale europea contro il coronavirus"

"E' l’inizio della nostra salvezza e per questo chiediamo a tutti, nei tempi e modi possibili, di aderire alla campagna vaccinale europea contro il coronavirus". Dopo la storica giornata di ieri 27 dicembre in occasione della quale ha avuto inizio la somministrazione del tanto atteso vaccino anti CoViD-19, dal mondo della sanità regionale giunge un accorato appello alla partecipazione.

L'appello del dottor Di Lenarda

La richiesta è del direttore del Centro Cardiovascolare dell'ospedale Maggiore di Trieste, dottor Andrea Di Lenarda che, attraverso una nota inviata alla stampa, ha voluto prendere posizione a favore della campagna e contro quelle che lui stesso definisce "discussioni inutili sulla possibilità, certamente reale, che una persona su 10.000 o 100.000 vaccinate possa avere eventi avversi, quando oggi un paziente su cento abitanti del Friuli Venezia Giulia è malato, e quasi 70.000 italiani sono già deceduti". 

Iniziati i vaccini anche in Friuli Venezia Giulia

La giornata del 27 dicembre

Con la giornata di ieri è iniziata "la fase della speranza che la pandemia possa essere sconfitta - continua Di Lenarda - ma non sarà né facile né breve. Verrà richiesto alle istituzioni un piano vaccinale di enorme portata e complessità. Verrà richiesto a tutti, nessuno escluso, di mettersi in fila per fare il vaccino".  Il 27 dicembre ha, in un certo senso, celebrato la comunità scientifica che "in tempi record ha prodotto almeno tre vaccini di grandissima efficacia e sicurezza. La scienza ci dice che il vaccino è uno dei presidi medici più efficaci e sicuri, che ha già salvato l’umanità da malattie tremende ed epidemie disastrose". 

Anche in Fvg i social "vomitano" contro il vaccino

Le reazioni social messe da parte

Lo stupore e l'amarezza provocate anche ieri dalle innumerevoli reazioni social che proprio sul vaccino hanno scaricato tanto pesanti quanto inopportune critiche, lascia spazio invece all'esempio che gli stessi operatori sanitari hanno voluto dare alla cittadinanza. "Il 27 dicembre 2020 è stato un grande giorno - ha concluso Di Lenarda - ed alcuni di noi hanno voluto dare l’esempio". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, dall'ospedale Maggiore l'appello a vaccinarsi: "E' la nostra salvezza"

TriestePrima è in caricamento