Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Val Rosandra, scalatore precipita per alcuni metri e batte la testa: per fortuna rimedia solo qualche punto di sutura

8.56 - Sul posto, dopo la richiesta di soccorso degli amici, i Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino e 118

foto di repertorio

La fune di sicurezza ha salvato la vita a uno scalatore di trent'anni vittima ieri di un incidente in Val Rosandra, sulla palestra di roccia della vedetta San Lorenzo (alta circa 50 metri).

Era quasi sera quanto l'uomo, lì per arrampicarsi insieme a degli amici, ha improvvisamente perso l'appiglio ed è precipitato nel vuoto. Ma per fortuna la fune di sicurezza lo ha fermato dopo alcuni metri, ma l'effetto pendolo ha fatto si che il climber andasse a sbattere con la testa (senza caschetto di protezione) e corpo contro la roccia, perdendo conoscenza per qualche minuto.

Gli amici hanno subito chiamato i soccorsi e nel frattempo lo hanno calato fino a terra. Giunti sul posto, i Vigili del Fuoco e gli operatori del 118 lo hanno assicurato a una berella e issato lungo il percorso (sul quale il Soccorso alpino aveva intanto sistemato corde di sicurezza) fino a San Lorenzo. Le operazioni sono andate avanti con il buio che ormai era sceso, fino oltre la mezzanotte.

Alla fine lo scalatore, oltre allo spavento, ha rimediato solo alcuni punti di sutura alla testa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val Rosandra, scalatore precipita per alcuni metri e batte la testa: per fortuna rimedia solo qualche punto di sutura

TriestePrima è in caricamento