menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid e variante indiana, Monfalcone chiede a Fincantieri di non assumere stranieri

La sindaca Anna Cisint valuta misure eccezionali e rivolge la particolare richiesta al colosso della cantieristica anche per "intensificare i controlli che già stanno facendo con molta cura"

La variante indiana preoccupa la sindaca di Monfalcone Anna Cisint che valuta "misure e controlli eccezionali" e chiede a Fincantieri di "evitare di assumere personale straniero in questo periodo". La prima cittadina del capoluogo bisiaco formalizzerà la richiesta alle autorità competenti di "fare tutto il possibile per monitorare la situazione", indirizzando la richiesta al questore, prefetto e all'Azienda Sanitaria "per ricevere informazioni sulla strategia di controllo adottata dalle forze dell'ordine sugli arrivi di persone che giungono dalle zone in cui la variante è diffusa o che possano essere entrati in contatto con soggetti contagiati". 

"Misure di attenzione eccezionali"

A preoccupare l'amministrazione a guida leghista sono gli arrivi non solo via aereo, ma anche via ferrovia, via mare e strada. Ad ASUGI la sindaca avanzerà "la proposta di effettuare fare screening mirati e di dare maggiore rilievo all’aspetto preventivo-sanitario. Mi auguro che con questi accorgimenti si possa evitare l’inasprirsi della situazione già così gravosa per tutti. Le peculiarità contestuali e lavorative del monfalconese ci impongono misure di attenzione eccezionali". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento