menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ventimila Capi Contraffatti Sequestrati dalla Gdf: due Denunciati

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Trieste sono riusciti ad individuare ed a smantellare un significativo canale di approvvigionamento internazionale di capi di abbigliamento di noti marchi di pregio quali MONCLER...

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Trieste sono riusciti ad individuare ed a smantellare un significativo canale di approvvigionamento internazionale di capi di abbigliamento di noti marchi di pregio quali MONCLER, DSQUARED, STONE ISLAND, FAY, LUIS VUITTON, REFRIGIWEAR, FENDI e FRED PERRY.
Nell'ambito dell'operazione "CORONA 2011", condotta sotto la direzione del Sost. Procuratore dott.ssa Lucia Baldovin della Procura della Repubblica di Trieste, grazie alla predisposizione di una serie di controlli sul territorio è stato dapprima individuato al confine autostradale italo sloveno di Fernetti un camion proveniente dall'Ungheria con all'interno alcune centinaia di capi di abbigliamento vario - giubbotti, piumini, maglioni e magliette - di prestigiose marche accuratamente riprodotte, che dopo meticolosi controlli documentali e preliminari riscontri merceologici sono risultati essere abilmente contraffatti.
La documentazione di trasporto giustificativa del carico appariva, inoltre, non veritiera.

Successivamente i finanzieri del Nucleo di polizia tributaria e quelli del Gruppo di Trieste sono riusciti - anche grazie anche all'utilizzo dei nuovi strumenti investigativi introdotti dal luglio del 2009, che consentono il ritardo del sequestro in simili circostanze - ad effettuare ulteriori delicate attività investigative, che hanno consentito di localizzare, in tempi rapidi, un magazzino di una ditta di spedizioni e magazzinaggio con sede nella provincia di Modena.
Presso quest'ultimo, utilizzato quale base di deposito e smistamento della merce contraffatta proveniente dall'estero, a seguito della minuziosa perquisizione effettuata, sono state scoperte numerose partite di prodotti di lusso, spedite anche nei mesi precedenti all'intervento, per un totale di oltre ventimila tra giubbotti, piumini, giacche, maglioni, golf, cardigan e magliette di pregio per un valore di mercato di circa due milioni di euro.
I due responsabili identificati, ossia il rappresentante legale della ditta di magazzinaggio del modenese ed il titolare della ditta destinataria delle merci, sono stati denunciati a piede libero, in concorso, per i reati di ricettazione ed introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, reati che prevedono pene massime rispettivamente sino ad otto e quattro anni di reclusione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento