Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Chiarbola - Servola - Valmaura

Ferriera, verifica di "fine anno" sulla situazione dello stabilimento

Sopralluogo alla Siderurgica triestina del sindaco Cosolini e dell'assessore all'Ambiente Laureni per verificare lo stato di attuazione delle opere di risanamento ambientale concordate e l'operatività dell'azienda. Cosolini: «Stiamo valutando con attenzione gli interventi all'altoforno e attendiamo la conferma dei dati relativi alle emissioni di benzo(a)pirene»

Sopralluogo stamane alla Ferriera di Servola del Sindaco Roberto Cosolini con l'Assessore comunale all'Ambiente Umberto Laureni per verificare gli interventi recentemente svolti e in via di svolgimento nell'ottica del risanamento ambientale dello stabilimento e delle sue attività. Sindaco e Assessore sono stati accolti e accompagnati nella visita dall'amministratore delegato della Siderurgica Triestina S.r.l. ingegner Andrea Landini, dal direttore della produzione ing. Vincenzo Dimastromatteo e dal capo del settore manutenzione Giuseppe Pasotti, con i quali hanno esaminato e discusso lo stato dei principali “punti” che necessitavano di venir adeguati e migliorati.

L'Assessore Laureni ha innanzitutto evidenziato come il 31 dicembre ormai giunto rappresenti in ogni caso una data anche simbolicamente di importanza basilare, alla quale si associa la nozione di perfezionamento degli interventi di risanamento impiantistico e quindi ambientale previsti dall'Accordo di Programma sottoscritto da Arvedi con Governo e Regione FVG. «In tal senso – ha osservato l'Assessore comunale all'Ambiente - il sopralluogo odierno ha consentito di riscontrare il completamento del nuovo impianto di aspirazione per la cokeria e prendere atto del suo funzionamento, con il finale collaudo che dovrebbe venir concluso entro un mese».

Per quanto riguarda invece l'altoforno la verifica dello stato di avanzamento degli interventi previsti per questo reparto verrà eseguita nei primi giorni di gennaio. «Abbiamo sempre preso con serietà e rigore la scadenza di dicembre – ha detto al riguardo il Sindaco Cosolini - per verificare l'efficacia del primo e più consistente investimento atto a ridurre fortemente l'impatto dell'area a caldo dello stabilimento di Servola, cioè l'impianto di aspirazione della cokeria. Per questo oggi ho voluto constatare di persona lo stato di funzionamento dell'impianto ancorché lo stesso sia ancora nella fase finale di collaudo». 

«Ciò che da oggi già appare – così ancora Cosolini - è che l'impianto funziona, ma voglio attenderne la conferma dai dati delle centraline, compresa quella di via San Lorenzo in Selva, relativi alle emissioni di benzo(a)pirene a partire dal mese di novembre, che si conosceranno a giorni, e poi per i mesi di dicembre, gennaio e per quelli successivi. Se i dati confermeranno ciò che tecnicamente appare efficace, uno dei principali problemi evidenziati in questi anni, ovvero quello delle emissioni in di benzo(a)pirene, potrà apparire finalmente superato».

«Stiamo valutando con altrettanta attenzione gli interventi che stanno interessano l'altoforno e che, in tempi brevi, devono portare alla strutturale e costante riduzione delle emissioni di pm10. Del resto, le prescrizioni che come Amministrazione abbiamo voluto inserire, insistendo non poco, nell'ambito dell'AIA, vanno proprio nella direzione di garantire, contemporaneamente al diritto al lavoro, anche il diritto alla salute e a un ambiente più sano e pulito. Queste  - conclude il Sindaco Cosolini - sono le mie priorità».

«Priorità che perseguo con gli strumenti messi a disposizione dalla Legge e proprie dell'attività amministrativa, cioè: prescrivere comportamenti idonei a ridurre e/o eliminare situazioni impattanti; verificare, come è il caso di oggi, la corretta realizzazione degli interventi migliorativi previsti e la loro effettiva efficacia; e infine, quando necessario, come abbiamo fatto in questi anni con le ordinanze, prescrivere motivatamente limitazioni e riduzioni dell'attività laddove indispensabili. Questi sono fatti. E rimaniamo sempre disponibili per un confronto con tutti coloro i quali hanno seriamente a cuore i temi dell'ambiente e del lavoro».

 In un colloquio immediatamente successivo con la direzione dello stabilimento l'Assessore Laureni ha inteso ancora rimarcare – come espresso in precedenza anche dal Sindaco - l'urgenza di attuare interventi specifici di insonorizzazione delle diverse sorgenti di rumore, altro aspetto della questione che attualmente costituisce un ulteriore motivo di forte disagio per la popolazione residente. Da parte dei responsabili dell'azienda è stato ribadito l'impegno già espresso in tal senso, al pari di quello di eliminare per quanto possibile tutti gli allarmi acustici sostituendoli con altri di tipo ottico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferriera, verifica di "fine anno" sulla situazione dello stabilimento

TriestePrima è in caricamento