menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I ricercatori della Sissa a Mattarella: "Il Paese non deve farsi sfuggire i talenti"

Questo il messaggio lanciato da Veronica Fantini, dottoranda in matematica che durante ha rivolto al Capo dello Stato un appello a nome di tutti gli studenti dell'importante realtà scientifica: "Snellire le procedure di rinnovo dei permessi di soggiorno"

“Ora sta al Paese non lasciarsi sfuggire eventuali talenti che da qui possono uscire”. È questo l’appello che la dottoranda della Sissa, Veronica Fantini, ha rivolto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della cerimonia d’inaugurazione dell’anno accademico della prestigiosa realtà scientifica triestina. L'intervento della giovane dottoranda in matematica della Sissa è stato seguito da un lungo applauso da parte di tutta l'aula magna al quale, esplicitamente, si è unito anche il Capo dello Stato che più volte ha dimostrato la sua sensibilità nei confronti del mondo della ricerca.  

L'intervento integrale del Capo dello Stato, qui l'articolo

Il “nodo” dei permessi di soggiorno

Tuttavia, tra un'eccellenza ed un'altra, è emersa anche l'ombra delle criticità burocratiche alle quali sono sottoposti gli studenti e le studentesse straniere, pur godendo del supporto dell'amministrazione della Sissa. La Fantini ha auspicato l'individuazione di una soluzione per "rendere più snella, e più veloce possibile, l’attività di rinnovo dei permessi di soggiorno” affinché gli stessi dottorandi ottengano la possibilità di “partecipare appieno alle attività di ricerca e formative anche al di fuori del territorio nazionale”.  

Le motivazioni

Dottoranda in matematica, vale a dire una delle tre aree di ricerca della Sissa assieme a Fisica e Neuroscienze (e ad altri progetti formativi ndr) contribuiscono a creare l'offerta formativa di via Bonomea, la Fantini ha sottolineato le motivazioni che spingono studenti da tutta Italia e non solo, a trasferirsi a Trieste per diventare ricercatori. “Il prestigio, la bravura dei professori e l’ambiente di caratura internazionale ha spinto me ed altri 300 colleghi, ad intraprendere gli studi di dottorato presso questo istituto”. La rappresentante degli studenti ha altresì ricordato come “Nature – la prestigiosa rivista di carattere scientifico – ha indicato la Sissa come la prima scuola a livello nazionale, e 33esima a livello mondiale come numero di pubblicazioni”.

Il giorno di Mattarella alla Sissa, leggi l'articolo completo

Il clima di scambio

Gli studenti, nei quattro anni di percorso accademico a Trieste, “partecipano attivamente alla ricerca ciascuno con un proprio progetto. In Sissa regna un clima di scambio non solo di conoscenza e di idee in ambito scientifico, ma anche culturale, vista la presenza sia di docenti che di dottorandi, di diverse nazionalità che rappresenta un unicum in Italia”.

Il dottorato in Italia? Ancora poco riconosciuto

Veronica ha voluto ricordare inoltre la moltitudine di attività extra accademiche portate avanti dalla Sissa e dai suoi studenti e che, “concorrono alla formazione sia di ricercatori pronti ad intraprendere una carriera in ambito accademico, sia di professionisti altamente qualificati che intendono entrare nel mondo del lavoro”. Secondo la Fantini, nel Belpaese il percorso dei dottorandi non gode ancora del giusto ruolo. “L’auspicio è che anche in Italia aumenti sempre più il processo di riconoscimento del dottorato quale percorso altamente formativo e professionalizzante”.

L’Italia deve fare di più

Infine, l’appello al Capo dello Stato che di recente ha incontrato i ricercatori italiani all’estero. “Signor presidente, il nostro motto sono i versi di Dante e il nostro simbolo è la nave in mezzo al mare di Ulisse. Entrambi riflettono bene il nostro impegno. Ora sta al Paese non lasciarsi sfuggire eventuali talenti che da qui, come da altre istituzioni, possono uscire”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento