rotate-mobile
La visita

I direttori della Reggia di Versailles e di Gödöllő in visita a Miramare

Laurent Salomé e Ujváry Tamás sono stati accompagnati dal direttore di Miramare Andreina Contessa prima tra le sale del Castello e poi tra i sentieri del parco storico

TRIESTE - Due ospiti importanti sono stati in visita ieri al Castello e al Parco di Miramare. Laurent Salomé, direttore del Museo nazionale della Reggia di Versailles e Trianon e Ujváry Tamás, direttore del palazzo reale di Gödöllő in Ungheria, che era la dimora più amata dalla principessa Sissi, sono stati accompagnati dal direttore di Miramare Andreina Contessa prima tra le sale del Castello e poi tra i sentieri del parco storico per una visita che si è svolta nel contesto della rete Residenze Reali Europee (ARRE) che raggruppa siti europei ricchi di notevole fascino storico.

“È stato un vero piacere accompagnare i direttori di queste due prestigiose istituzioni e avere un confronto sulle esperienze di musei e parchi così diversi – ha detto Andreina Contessa -. Miramare aderisce al network delle Residenze reali che testimoniano la storia delle corti dinastiche che, in diverse epoche, gareggiavano tra loro in fasto e magnificenza. È importante incontrarsi e condividere le esperienze di conoscenza, conservazione, gestione e promozione del ricco patrimonio culturale che ci è affidato”.

“Per noi è molto importante vedere luoghi diversi, anche se ho constatato delle somiglianze tra Miramare e Versailles – ha rilevato visitando il Parco Laurent Salomè -. Ad esempio ciò che accomuna le due residenze è la ricerca, per i nobili, di un posto che fosse più intimo rispetto a un palazzo reale e che garantisse un maggiore contatto con la natura. Miramare è interessante per questo, perché anche chi non ne conosce la storia, sente che è un luogo dove gli oggetti e gli spazi parlano di sentimenti e d’amore”.

“Miramare e Gödöllő sono uniti da due aspetti – ha invece sottolineato il direttore Tamás -, il primo è il periodo storico in cui sono stati costruiti, cioè la seconda metà dell’Ottocento e, il secondo, la famiglia Asburgo. Sono stato qui alcuni anni fa e ho potuto constatare i grandi cambiamenti che sono stati fatti, ad esempio nella zona del parterre che ora è diventata un vero giardino all’italiana. Decisamente la parte che preferisco”. A proposito del network delle Residenze reali, in giugno in Olanda al Paleis Het Loo ad Apeldoorn si terrà l'Assemblea Generale che riunisce ogni anno i membri della Rete.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I direttori della Reggia di Versailles e di Gödöllő in visita a Miramare

TriestePrima è in caricamento