Centro diurno di via Udine: verso la chiusura?

Potrebbe essere chiusa a breve la struttura per senzatetto, ora prevalentemente destinata alla provvisoria accoglienza dei migranti in attesa di protezione. L'assessore Grilli: "E'una possibilità, la situazione è insostenibile". Morena (Open FVG): "Vergognoso, città in mano alla Lega"

Il centro diurno di via Udine 19 potrebbe essere chiuso a breve. Il Comune sta infatti valutando questa possibilità e sull’argomento stanno intervenendo diversi esponenti dell’opposizione. Il centro, ora gestito dalla comunità di San Martino al Campo, era nato come una struttura finalizzata all'assistenza dei senzatetto ma ora è prevalentemente utilizzata per l'accoglienza dei migranti.

Grilli: "Situazione insostenibile"

L'assessore alle politiche sociali Carlo Grilli, raggiunto al telefono, dichiara che "la situazione al centro diurno, oggi, non è più sostenibile ed è in fase di valutazione. Ci stiamo pensando restando aperti a suggerimenti". Secondo Grilli "se il centro nasce per persone senza fissa dimora oggi ha cambiato completamente la sua fisionomia e dà un altro tipo di servizio ad altre persone. Persone che hanno sicuramente bisogno di aiuto e a cui dobbiamo rispetto, ma che non sono senzatetto e dovrebbero essere presi in carico da altre strutture. Purtroppo è stato sollevato un polverone ideologico, ma noi dobbiamo dare una risposta ai nostri senza fissa dimora".

"Una polveriera"

L'assessore alle politiche sociali riporta che "Al momento i senzatetto ospitati in via Udine sono un numero molto esiguo, travolti da un'ondata di persone che comprendono migranti in attesa di protezione internazionale ma non solo: molti l'hanno già ottenuta e ad altri è stata già negata. Quel posto è diventato una polveriera, il rischio è che succeda qualcosa di veramente spiacevole". Sulle responsabilità della situazione in corso l'assessore non si sbilancia: "Non entro nel dibattito dell'ideologia politica, a me interessano le conseguenze pratiche per la mia città e quel centro ha bisogno di una rimodulazione dei servizi".

Morena (Open FVG): "Progetto assurdo e vergognoso"

La consigliera Sabrina Morena di Open FVG, commentando la possibile chiusura, parla di un governo della città "ormai in mano alla Lega" e definisceil possibile provvedimento come un "progetto assurdo e vergognoso, teso a togliere un importante punto di appoggio per i 'senza fissa dimora',  sia italiani che stranieri e a colpire vilmente le persone deboli e in difficoltà. Non è bastato finire su tutte le pagine dei giornali nazionali e internazionali perché un assessore aveva gettato via una coperta a un clochard? La giunta deve continuare a colpire i senzatetto e i migranti e far sì che Trieste sia nota al mondo come la 'città degli orrori' dove l'amministrazione schiaccia i più deboli?".

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento