Via Flavia, Polli: «L'incrocio con Frigessi non è tra i più critici»

Otto gli incidenti in 6 anni all'incrocio in cui ha perso la vita Barbara Camassa, «di cui ero amica di famiglia essendo molto amica del padre», ha spiegato l'assessore all'Urbanistica in Consiglio comunale

l'incidente mortale del 6 marzo 2017

Si è molto parlato, come purtroppo spesso succede in seguito a incidenti stradali, ancora peggio se mortali, dell'incrocio di via Flavia con via Frigessi, quello scena del tragico schianto in cui è deceduta Barbara Camassa e dove due settimane dopo si è verificato un secondo sinistro, questa volta per fortuna con epilogo decisamente migliore. A portare l'argomento in Consiglio comunale è stata la consigliere della Lista Dipiazza Barbara Dal Toè che ha interrogato l'assessore all'Urbanistica Luisa Polli chiedendole se fossero già state vagliare delle idee per mettere in sicurezza l'incrocio.

PIANO COMPLESSIVO - «Sono in via di completamento le analisi relative alle criticità in termini di incidentalità e percezioni del cittadino relativamente alle problematiche di viabilità su tutto il territorio comunale - ha spiegato Polli -. Oltre alla raccolta dati da parte degli uffici tecnici e alle informazioni che pervengono alla Polizia locale, gli assessorati ai Lavori pubblici e alla Pianificazione territoriale, abbiamo chiesto a tutte le Circoscrizioni di fornire un elenco di priorità e segnalazioni ricevute dalla cittadinanza nell'ambito del territorio di competenza (entro fine marzo). Sulla base di tutti i dati raccolti e in collaborazione con le Commissioni consiliari IV e VI, tenuto conto delle risorse a bilancio, saranno predisposti i programmi di intervento mirati».

VIA FLAVIA - VIA FRIGESSI - «Quanto al'intersezione via Flavia - via Frigessi in questione, pur tenuto conto degli ultimi incidenti (soprattutto quello in cui ha perso la vita Barbara Camassa a cui ero legata da rapporti familiari con il padre), la stessa non risulta allo stato attuale tra le principali criticità del territorio, né con riferimento alle analisi effettuate per la predisposizione del vigente piano del traffico, né con riferimento agli ultimi 6 anni dello storico incidenti», ha sottolineato l'assessore all'Urbanistica.

LA STATISTICA - Nel 2012 un solo incidente (utente a due ruote in stato di ebrezza), 2013 un incidente solo danni, 2014 due incidenti (uno con danni e uno con feriti), 2015 un solo incidente con feriti, 2016 un solo incidente con danni, 2017 due incidenti di cui uno purtroppo mortale e uno con feriti.

AIUOLE "ILLY" - «L'incrocio in questione - ha aggiunto Polli - non è neppure tra i più soggetti a incidenti fra le intersezioni della stessa via Flavia. Va ricordato che prossimamente, grazie all'intervento di Illy Caffè, vi sarà un riordino e riqualificazione delle aiuole spartitraffico presenti nella zona». 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Fuoriesce del materiale radioattivo, tre operai all'ospedale

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Allerta meteo: in arrivo forti temporali su tutto il FVG

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Triestina-Juventus al Rocco sabato sera, manca solo l'ufficialità

Torna su
TriestePrima è in caricamento