menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viaggiare in sicurezza, al via “Truck and Bus” : sempre più controlli in autostrada su camion e tir

Proseguirà fino a domenica 21 febbraio ed interesserà congiuntamente tutto il territorio italiano e quello dell'Unione Europea

Scatterà lunedì 15 febbraio in tutta la regione la Campagna di sicurezza della Polizia Stradale denominata “Truck and Bus” (Mezzi pesanti ed autobus): questa operazione, coordinata dal Network delle Polizie Stradali Europee “Tispol”, proseguirà fino a domenica 21 febbraio ed interesserà congiuntamente tutto il territorio italiano e quello dell’Unione Europea.

Lo scopo dell’iniziativa è di operare in molteplici punti della rete stradale ed autostradale un’intensificazione dei controlli sui mezzi pesanti adibiti al trasporto delle merci, comprese quelle pericolose, e sugli autobus, sia di immatricolazione italiana che straniera.

L’attenzione sarà concentrata sulla verifica delle condizioni psicofisiche dei conducenti, sull’osservanza dei limiti di velocità, sul rispetto della normativa ADR in materia di trasporto delle merci pericolose e tutte le altre prescrizioni sull’autotrasporto previste dalla normativa nazionale e comunitaria, anche nell’ambito dei servizi periodici disposti con l’utilizzo dei Centri Mobili di Revisione messi a disposizione dalla Motorizzazione Civile.  

Quest’azione combinata a livello europeo, ha la finalità di sviluppare la coscienza e la consapevolezza in tutti i conducenti che nello stesso momento tutte le forze di polizia europee stanno operando con le medesime modalità, strumenti omogenei e un obiettivo comune.   

“Tispol” è infatti una rete di cooperazione tra le Polizie Stradali nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea alla quale aderiscono 28 Paesi Europei, comprensivi degli Stati Membri oltre che della Svizzera e Norvegia, e della Serbia come osservatore.

L’Organizzazione sviluppa una cooperazione operativa tra le parti con l’obiettivo di ridurre il numero delle vittime di incidenti stradali, in adesione al Piano d’Azione Europeo per il decennio 2011-2020, attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni più gravi per la sicurezza stradale e la predisposizione di campagne “tematiche” in tutto il Continente ed all’interno di specifiche aree strategiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 277 casi e sette decessi, calano ricoveri e isolamenti

  • Cronaca

    Ristori per far fronte alla crisi, le osmize riceveranno 700 euro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento