Cronaca

Video rap al Sacrario di Redipuglia: bufera di polemiche sul rapper Justin Owusu

Nato a Udine da genitori ghanesi, era noto per una canzone che celebrava la città natale. Salmè (Fn): «Vilipendio alla nazione»

Scene di un video hip hop al Sacrario di Redipuglia, ed esplode la polemica. Protagonista del video Justin Owusu, rapper di Udine nato da genitori ghanesi e già noto per il suo brano "Udine città", che aveva avuto un discreto successo in quanto canto d'amore per la città friulana. L'ultimo singolo, "Chi sbaglia impara", ha invece sollevato una bufera di contestazioni sui social, tanto che il video è stato cancellato da Youtube a causa di alcune scene (pochi secondi) che ritraggono Justin mentre balla sul monumento. Un gesto che è stato interpretato come una mancanza di rispetto per la sacralità del luogo, oltre che un atto antipatriottico. 

Come rivela il quotidiano Udine Today, c'è chi parla di «vilipendio alla nazione», come Stefano Salmè, segretario nazionale di Fiamma Nazionale: «Se questo -  è colui che è stato eletto dalla stampa progressista come l’alfiere della giustezza di approvare lo Ius Soli per i "nuovi italiani", crediamo che la sinistra abbia fatto un incredibile autogol. Non solo non si rispettano le più elementari regole di civiltà, cantando e ballando in un luogo di preghiera, ma lo si fa nel luogo simbolo della Patria, in quel Sacrario che racchiude il sacrificio supremo del popolo italiano per raggiungere la sua unità Nazionale.  Il partito - conclude Salmè - sta ora valutando con i suoi legali la possibilità di un esposto alla Procura per il reato di “vilipendio alla nazione"»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Video rap al Sacrario di Redipuglia: bufera di polemiche sul rapper Justin Owusu

TriestePrima è in caricamento