Vigili del Fuoco, sperimentata una tecnica migliorativa per l'evacuazione aerea di personale disabile

La manovra sarà prossimamente condivisa con gli altri componenti del OCT- S.A.F. in maniera tale da poter essere inserita nelle P.O.S. (Procedure Operative Standard ) Nazionali.

In seno al progetto Nazionale sul soccorso alle persone con sclerosi multipla, che preveda anche la necessità di far evacuare una persona con s.m. in sedia a rotelle dal piano di un edificio in cui scale ed ascensore risultino compromesse con l’utilizzo di specifiche tecniche S.A.F. (Speleo Alpino Fluviale) e con l’impiego di un’autoscala; nella giornata di ieri, 26 giugno, presso il Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Trieste, è stata sperimentata dall’ Esperto Nazionale S.A.F. del Comando, nonché componente dell' O.C.T. SAF (Organismo di Consulenza Tecnica - SAF del Corpo Nazionale), una tecnica migliorativa per l’evacuazione aerea di personale disabile anche in caso di arresto dell’autoscala. La manovra sarà prossimamente condivisa con gli altri componenti del OCT- S.A.F. in maniera tale da poter essere inserita nelle P.O.S. (Procedure Operative Standard ) Nazionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Conte: "Se continuiamo così, in due settimane tutte le regioni saranno gialle"

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Rapina da 195 mila euro a Pola, la fuga e l'arresto sul confine: in manette due poliziotti e un carabiniere

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Carenza di vitamina D: come riconoscerla e rischi per la salute

Torna su
TriestePrima è in caricamento