Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

“Mi picchiava quando ero incinta e mi costringeva a fare sesso con la forza”, rinviato a giudizio il marito

L'uomo è stato accusato di una lunga serie di violenze a vario titolo dal 2012 al 2018 e ieri è stato rinviato a giudizio davanti al Collegio il prossimo autunno

Picchiata anche in gravidanza e costretta ad avere rapporti sessuali con la forza, oltre che maltrattata e umiliata per anni anche davanti al figlio: un lungo calvario quello che emerge dalla testimonianza emersa oggi in incidente probatorio al Gup Marco Casavecchia da una donna di origini straniere (difesa dall’avvocato Giovanna Augusta de’Manzano). Il marito 34enne, anch’egli straniero (assistito dallo Studio Alunni Barbarossa), è stato accusato di una lunga serie di violenze a vario titolo dal 2012 al 2018 e ieri, martedì 16 giugno, è stato rinviato a giudizio davanti al Collegio il prossimo autunno. Il Pm è Chiara Degrassi. La notizia era già stata riportata dalla stampa locale qualche mese fa, ieri il rinvio.

Ancora pendenti nei suoi confronti un procedimento di separazione con richiesta di addebito e uno per stalking, comportamento che l’uomo avrebbe messo in atto dopo che la moglie ha avuto il coraggio di abbandonare la casa e staccarsi da lui. Da rilevare che in sede di separazione il Tribunale ordinario ha disposto l’affidamento del figlio a settimane alterne al padre e alla madre.

Agghiacciante il racconto della donna: “Mi ha preso a calci nella pancia mentre ero incinta, poi negli anni seguenti mi ha costretto più volte ad avere rapporti con lui contro la mia volontà e insisteva che io facessi dei video a sfondo sessuale con l’intenzione di venderli. Mi ha preso a schiaffi e pugni più volte davanti al bambino, diceva che nella sua famiglia è normale picchiare le donne e che era mio dovere fare sesso con lui”. In due di questi episodi di violenza sarebbero intervenute anche le forze dell’ordine, ordinando  l’allontanamento d’urgenza dall’abitazione familiare.

Violenza sulle donne, in arrivo nelle farmacie del Fvg punti di ascolto per le vittime

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Mi picchiava quando ero incinta e mi costringeva a fare sesso con la forza”, rinviato a giudizio il marito

TriestePrima è in caricamento