Giornata contro la violenza sulle donne, affollata manifestazione a Melara (FOTO)

“Giù le mani... su la testa”, questo lo slogan della festa, organizzata ieri dalla Microarea di Melara e dal circolo Pino Zahar nella giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

Giù le mani... su la testa”, questo lo slogan della festa, organizzata ieri dalla Microarea di Melara e dal circolo Pino Zahar nella giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

La festa si è svolta dalle 17 alle 19 e ha visto avvicendarsi i gruppi Zumba(r) Fitness Show Crew con Mary & Nadia, Yocus Girls Crew, Adadinodance, le Mule de Melara, Gruppo di danza e percussioni africane con i maestri Patricia e Gianni Lauvergnac; Laura Salvador ha presentato e recitato poesie.

Sono intervenuti il vicesindaco Fabiana Martini, il consigliere provinciale Luca Salvati e il vice presidente dell'associazione Melart Gabriele Galati.

La festa è riuscita e c'è stata un 'elevata partecipazione degli abitanti del quartiere. I supermercati Masiello hanno donato un contriimentarebuto al al circolo Auser.

La festa è stata la conclusione dell'evento iniziato al mattino "Io no-dico No al sopruso e alla violenza - dico sì alla democrazia, libertà ed integrazione", uno striscione creato su progetto della Microarea di San Giovanni e della referente Ester Olivo, in collaborazione con l'istituto "Nordio", l'istituto "Sandrinelli" il ricreatorio di quartiere e le associazioni ed enti con i quali la Microarea di Melara collabora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento