rotate-mobile
L'ennesimo arresto / Altopiano Carsico

Condannato perché picchiava la moglie, arrestato cinque anni dopo

L'uomo, un cittadino di nazionalità romena, è stato rintracciato dai carabinieri di Opicina durante un controllo di retrovalico lungo il confine con la Slovenia. Otto i mesi di reclusione che sconterà al carcere del Coroneo

TRIESTE - I carabinieri di Opicina hanno tratto in arresto un cinquantunenne di nazionalità romena latitante dal 2018. L'uomo, condannato per essere evaso dagli arresti domiciliari dopo la sentenza per lesioni ai danni della moglie, è stato rintracciato dai militari durante un controllo di retrovalico, lungo il confine con la Slovenia. Dopo la condanna emessa dal tribunale di Messina, il cinquantunenne si era reso irreperibile per anni. I carabinieri di Opicina, impegnati nei controlli assieme ai colleghi di Aurisina, l'hanno fermato e, dopo averlo arrestato, l'hanno portato al carcere del Coroneo dove sconterà la pena di otto mesi di reclusione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato perché picchiava la moglie, arrestato cinque anni dopo

TriestePrima è in caricamento