Virus nei Balcani: l'Italia chiude a serbi, montenegrini e kosovari

La decisione è stata presa dal ministero della Salute. Soddisfazione del vicepresidente del Fvg Riccardo Riccardi

I cittadini di Serbia, Montenegro e Kosovo non possono mettere piede in Italia. Ad annunciarlo è il ministro della Salute Roberto Speranza che ha spiegato di aver firmato "una nuova ordinanza" con l'aggiunta dei tre Paesi balcanici "alla lista degli Stati a rischio". Si complica anche la posizione di chi è stato "negli ultimi 14 giorni in questi territori", con il "divieto di ingresso e transito" sul suolo italiano. 

Tra gli Stati balcanici i cui cittadini non possono recarsi in Italia c'è anche la Bosnia Erzegovina e la Macedonia. Una decisione, quella presa dal ministero della Salute, che soddisfa la richiesta del vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. Dobbiamo riflettere sui dati di questi ultimi giorni - ha scritto Riccardi su Twitter -. Il flusso transfrontaliero con sorveglianze sanitarie diverse ci espone a un contenimento troppo incerto. E questo a rischio di nuovo contagi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento