Venduto mezzo milione di prodotti igienici irregolari: la Finanza sequestra 2000 flaconi e denuncia 5 persone

Le Fiamme Gialle di Gorizia assieme a quelle di Barletta hanno portato alla denuncia di cinque persone per una "frode in commercio" che ha portato alla vendita di circa 40 mila flaconi, per un valore pari a poco meno di mezzo milione di euro

Si chiama Virustop, ha un'etichetta che richiama la celebre azienda che commercializza l'amuchina e, fino all'operazione congiunta della Guardia di Finanza di Gorizia e di Barletta di qualche giorno fa che ha portato alla denuncia di cinque persone, ne erano stati venduti circa 40 mila flaconi, per un valore stimato di "frode al commercio" pari a poco meno di mezzo milione di euro. 

L'operazione

I militari hanno provveduto al sequestro, tra un magazzino nel Monfalconese e lo stabilimento della Chogan in Puglia (azienda in procinto di aprire una nuova sede a Reims, in Francia), di oltre 2000 flaconi di prodotto senza la necessaria certificazione di "presidio medico-chirurgico" emessa dal Ministero della Salute. Le persone coinvolte (tra rivenditori e personale aziendale) sono state denunciate alla Procura della Repubblica del capoluogo isontino che attraverso il pubblico ministero Ilaria Iozzi ha coordinato le indagini. 

Come veniva proposto

L'acquisto dell'igienizzante "non idoneo sotto il profilo sanitario" veniva proposto "attraverso una chat privata riconducibile ad un soggetto residente in provincia di Gorizia". Secondo le Fiamme Gialle "il prodotto in questione, commercializzato da una società ubicata nella città di Barletta, non è compreso tra i prodotti certificati e depositati presso il Ministero della Salute quale “Presidio medico-chirurgico”, perciò privo dei requisiti di legge ed in assenza di garanzie sulle qualità descritte nella confezione". 

Chogan-2

Il blitz a Monfalcone

Per contrastare l’aumento ingiustificato dei prezzi dei dispositivi di protezione individuale, dei prodotti igienizzanti ovvero dei beni di prima necessità, i militari hanno quindi portato avanti l'operazione che ha visto controlli e ispezioni su 15 esercizi in tutta la provincia di Gorizia, dove solamente nel magazzino a Monfalcone sono stati rinvenuti centinaia di flaconi da 800 millilitri di "prodotto  definito igienizzante e disinfettante privo della certificazione".

Ancora disponibile su alcune piattaforme

L'obiettivo dell'operazione era di "impedire il canale Internet, visto che al di là del sequestro fisico, sul web ne erano stati venduti in gran quantità" così il comandante provinciale Colonnello Antonino Magro, raggiunto telefonicamente da TriestePrima. La società in questione ha provveduto a togliere dal mercato online l'igienizzante anche se in alcuni casi risulta ancora disponibile, come sulla piattaforma E-Bay dove tra le altre è disponibile ad essere venduto da un presunto negozio di "abbigliamento e beauty" sito a Giardini di Naxos, in provincia di Messina.

Chogan 2-2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento della Guardia di Finanza

"Abbiamo sequestrato tutto ciò che serviva alla ditta di Barletta per produrre i flaconi". Nel frattempo, sulla pagina Facebook Chogan Group ieri 17 marzo è apparso un post che raffigura un flacone praticamente identico al Virustop ma denominato "Igienplus spray" o anche MD07 che, secondo l'azienda, "tornerà presto disponibile" e costerà 7,90 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento