rotate-mobile
Il ricordo

Una vita in Vespa intorno al mondo: ecco chi era lo scooterista deceduto in piazza Volontari Giuliani

Si chiamava Mario Pecorari, aveva 70 anni. Era molto conosciuto nell’ambiente dei Vespa Club e teneva un blog di viaggi

TRIESTE - Si chiamava Mario Pecorari l’uomo deceduto in un incidente mentre guidava la sua Vespa. Aveva 70 anni. Il terribile incidente è accaduto in piazza Volontari Giuliani nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 26 maggio. La dinamica è ancora al vaglio delle forze dell’ordine ma, secondo le prime ricostruzioni, l'uomo avrebbe perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro un cassonetto dell'immondizia. Dietro di lui guidava la compagna che, con ogni probabilità, ha assistito alla tragedia. I due tenevano un blog, nel quale raccontavano i loro viaggi intorno al mondo in Vespa.

Mario Pecorari era stato di recente intervistato dalla Rai, e aveva dichiarato di aver percorso 240mila chilometri con la sua Vespa in giro per il mondo. Dal suo viaggio in Sudamerica è nato il libro “Vespeggiando in Sudamerica ai confini del mondo con una vespa PX”, un’avventura che ha portato i due vespisti fino a Ushuaia, attraversando il Cile, l’Argentina, il Paraguay e l’Uruguay.

Mario era molto conosciuto nell’ambiente dei Vespa Club, in regione e non solo. Così lo ricorda il Vespa Club Trieste e Gatti Randagi: “Terremo sempre con noi, come ricordo, i tuoi aneddoti, i racconti delle tue tante avventure, l riportati sempre con fierezza, orgoglio e una passione unica. Oggi un pilastro del Vespa club Trieste E Gatti Randagi ci ha lasciati, ma resterà sempre nei cuori di tutti noi. Un affettuoso e forte abbraccio alla sua compagna e nostra amica”.

Così lo staff di San Nicolò si mette in moto: “Siamo senza parole… Mario ti ricorderemo sempre in sella alla tua Vespa, sorridente e con mille progetti di viaggi attorno al mondo. Grazie di cuore per tutto l’aiuto che in questi anni ci hai dato, per la riuscita dell’evento”.

Così infine il Vespa Club Pordenone: “Caro Mario, sei un viaggiatore, continuerai ad esserlo e nei nostri cuori resterà sempre presente il tuo ricordo e l'esempio di autentica passione vespistica che si poteva leggere nei tuoi occhi e nelle tue gesta. Ciao grande Mario, che i tuoi viaggi ora possano essere infiniti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita in Vespa intorno al mondo: ecco chi era lo scooterista deceduto in piazza Volontari Giuliani

TriestePrima è in caricamento