Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Trieste ricorda le vittime della strada, intitolato il piazzale davanti a villa Revoltella

L'inaugurazione è avvenuta nella mattinata di oggi 10 maggio. La commozione di Claudio Visintin: "Siamo particolarmente commossi. Finalmente il nostro desiderio è diventato realtà". La soddisfazione dell'amministrazione comunale

“Oggi è una grande giornata perché con questa intitolazione nel piazzale antistante al parco di Villa Revoltella, si conclude un iter che ha visto promotori i coniugi Graziella e Claudio Visintin, genitori di Maurizio, il figlio vittima di un incidente nel 1999 perito a soli 25 anni – ha introdotto l’assessore comunale alla Toponomastica Michele Lobianco, presenti il sindaco Dipiazza, l’assessore comunale Lorenzo Giorgi, la famiglia Visintin e il consigliere Vincenzo Rescigno, assieme ad altri consiglieri, assessori comunali e amici -. E che grazie a una mozione del consigliere Vincenzo Rescigno ho voluto portare avanti per ricordare tutte le vittime della strada allo scopo di fungere da monito per evitare comportamenti irrazionali o peggio criminali alla guida sulla strada sensibilizzando in questo modo i cittadini". 

La soddisfazione del Comune

"Siamo la seconda città italiana a dedicare un luogo alle vittime della strada, una drammatica attualità che in Italia solo nel 2019 ha fatto registrare 3173 incidenti, mentre a Trieste sono stati 1508, di cui due mortali. In novembre è mia intenzione celebrare la giornata mondiale delle vittime della strada. Intanto ho individuato, nella zona Urban, due piazzette che saranno intitolate agli ex sindaci Manlio Cecovini e Marcello Spaccini oltre alla intitolazione a Papa Giovanni Paolo II del tratto di strada che dalla provinciale del Carso, da via San Nazario conduce a Monte Grisa”. Soddisfazione per il risultato è stata espressa dal Sindaco Roberto Dipiazza: “Sono grandi emozioni che condividiamo con Graziella e Claudio, che ci hanno finalmente portati a questa importante intitolazione fortemente voluta da questa Amministrazione comunale tutta. E stiamo continuando a lavorare attivamente ancora per garantire la massima sicurezza sulla strada anche realizzando numerosi attraversamenti a tutela dei cittadini”.

Le parole di Claudio Visintin

Dopo la benedizione da parte di Don Ettore Malnati, che ha sottolineato la vicinanza a tutte le famiglie di chi viaggia anche per motivi di lavoro e la necessità di essere caritatevoli e prudenti alla guida dei veicoli, Alessio Colautti ha letto la commovente poesia composta da Graziella e Claudio Visintin, dedicata ai “Figli in cielo”, a ricordo di tutte le vittime della strada. Al termine, Claudio Visintin, all’atto dello scoprimento della targa apposta nel piazzale (durante la quale c'è stato un piccolo incidente di percorso, con la targa che è crollata, poi prontamente risistemata), ha voluto rivolgere un sentito ringraziamento a tutte le persone che hanno contribuito all’intitolazione, in primis il Sindaco Dipiazza, l’assessore Lobianco e il consigliere Rescigno, ai quali ha consegnato una targa. “Mi piace pensare che anche qui, in questo piazzale, ci sia il ‘cuore di Trieste’. Siamo particolarmente commossi, vicini a tutte le vittime della strada che oggi onoriamo con questa intitolazione. Finalmente il nostro desiderio è diventato realtà. Un grandissimo sentito grazie a tutti!”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste ricorda le vittime della strada, intitolato il piazzale davanti a villa Revoltella

TriestePrima è in caricamento