Cronaca

Vladimir contro Vladimir: Luxuria in Piazza a Trieste contro Putin

Non solo proteste dei cittadini e commercianti contro le misure di sicurezza adottate, ma anche quelle dalle associazioni per i diritti civili La presenza a Trieste di uno dei capi di stato più potenti al mondo, forse secondo solo a Barack...

Non solo proteste dei cittadini e commercianti contro le misure di sicurezza adottate, ma anche quelle dalle associazioni per i diritti civili

La presenza a Trieste di uno dei capi di stato più potenti al mondo, forse secondo solo a Barack Obama, continua a generare polemiche. Triestini costretti a chiedere dei pass per andare a casa, commercianti costretti a chiudere la loro attività per un giorno, ma anche le associazioni per i diritti civili che protesta "contro le violazioni dei diritti umani nella Federazione russa".

Martedì 26 novembre dalle 11 in piazza Sant'Antonio, fontana di Ponterosso, in occasione dell'incontro tra il presidente russo Putin e il premier italiano Letta, si terrà una manifestazione di protesta contro le leggi omofobe varate dal Governo di Putin, organizzata dell'Arcigay e Arcilesbica del Fvg, Certi Diritti, Iris, Uaar e Jotassassina, e con madrina d'eccezione Vladimir Luxuria.

Sul sito dell'Arcigay vengono riportate le parole degli organizzatori: «Una grande bandiera arcobaleno di 100 metri quadri sventolerà sulle arie del Lago dei Cigni per protestare contro le leggi omofobe che puniscono addirittura la propaganda omosessuale. Per un giorno, la storia dei diritti umani passa attraverso il Friuli Venezia Giulia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vladimir contro Vladimir: Luxuria in Piazza a Trieste contro Putin

TriestePrima è in caricamento