rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Il "silenzioso e generoso esercito"

Volontariato, un aiuto per il “silenzioso esercito” delle associazioni: arriva la rete di sportelli gratuiti

Riccardi: "Un silenzioso e generoso esercito che bisogna sostenere nelle pratiche burocratiche in un periodo segnato da pandemia e digitalizzazione"

Un aiuto al "silenzioso e generoso esercito" delle associazioni di volontariato del Fvg per l'assistenza agli adempimenti burocratici e amministrative con una rete di sportelli distribuita su tutte e quattro le ex province. E' l'iniziativa che la Regione e l'assessorato al volontariato mettono a disposizione per aiutare soprattutto le piccole e medie associazioni di volontariato, che costituiscono la stragrande maggioranza del settore. Gli sportelli forniranno assistenza a questi enti (che si occupano di assistere persone anziane, fragili o portatrici di disabilità) per il disbrigo delle pratiche sempre più numerose in un periodo segnato dalla rapida digitalizzazione dovuta dalla pandemia e dal nuovo codice del terzo settore. A breve sarà disponibile anche il sito internet dell'iniziativa all'indirizzo www.sportellifvg.it

"E' un riconoscimento nei confronti di migliaia di volontari che operano su tutto il territorio - ha dichiarato l'assessore regionale al volontariato Riccardo Riccardi. Noi ci accorgiamo dei volontari solo quando ci troviamo in difficoltà ma è necessario che questo esercito di persone silenziose e generose possa avere gli strumenti necessari per fronteggiare la burocrazia e le regole che aumentano, mentre la digitalizzazione impone determinati percorsi. Questo territorio ha un patrimonio di numero volontari rispetto alla popolazione residente più alto rispetto alla presenza in Italia. Un grande fiore all'occhiello che continueremo come scelta politica a sostenere". Presente in conferenza stamp anche il presidente della Federazione Italiana per il superamento delle disabilità (Fish) Giampiero Licinio.

Così ha dichiarato Pierpaolo Gregori del Centro Servizi per il Volontariato (CSV): "L'introduzione del codice del terzo settore ha aggravato il carico burocratico per le associazioni, anche se ha creato importanti sinergie. Sappiamo che per ottenere contributi bubblici e comunicare con le istituzioni bisogna sempre più appoggiarsi a piattaforme digitali, che richiedono determinate competenze e le associazioni fanno fatica ad accedervi. Questo sistema territoriale di sportelli di servizio gratuiti, distribuiti su tutto il territorio regionale, accompagnerà gli enti in questo processo di cambiamento, anche perché il volontariato si basa sul contatto umano".

Così Edvige Ackermann della Federazione del Volontariato Fvg: "Soffriamo della carenza di volontari giovani ma speriamo, anche grazie a questo aiuto, di riuscire a provvedere a ricambi assolutamente necessari". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volontariato, un aiuto per il “silenzioso esercito” delle associazioni: arriva la rete di sportelli gratuiti

TriestePrima è in caricamento