menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provincia, voucher taxi per persone con difficoltà motorie, in 99 ottengono i buoni

Fondo di 11.250 euro, 99 i beneficiari, 42 maschi e 57 femmine, in prevalenza ultrasessantaquattrenni (70 soggetti su 99 richiedenti ammessi). Tutti i richiedenti in possesso dei requisiti previsti hanno ottenuto i buoni

La Provincia di Trieste ha concluso in questi giorni la distribuzione di voucher taxi destinati alle persone disabili con gravi difficoltà motorie da utilizzarsi sui veicoli appositamente attrezzati per le carrozzine.

Il progetto è stato accolto con favore dai cittadini – ha detto Roberta Tarlao, assessore alle politiche sociali della Provincia di Trieste – nel corso del 2015 con un fondo di 11.250 euro abbiamo messo a disposizione dell’utenza 2.250 buoni sconto del valore di 5 euro ciascuno. Nei primi giorni di settembre abbiamo concluso la distribuzione, consegnando ad un utente l’ultimo blocchetto di voucher”.

Quest’anno, a differenza del 2014, l’amministrazione ha modificato i criteri di accesso ai buoni, ampliando la fascia di età (dai 18 anni in su) e riservando l’intervento a coloro sono costretti a spostarsi con la carrozzina. Un ulteriore requisito era di non aver beneficiato in precedenza dei voucher.

È stato così raggiunto il maggior numero possibile di persone che grazie al servizio di taxi con automezzi dedicati, ha permesso di uscire a tante non solo per recarsi presso le strutture ospedaliere ma anche per momenti di svago o socializzazione. “Rilevante inoltre è stata la collaborazione di enti pubblici e privati – ha aggiunto Tarlao – e la collaborazione della Società Cooperativa Radio Taxi, della quale ci siamo avvalsi per la realizzazione del progetto”.

Novantanove i beneficiari, 42 maschi e 57 femmine, in prevalenza ultrasessantaquattrenni (70 soggetti su 99 richiedenti ammessi). Tutti i richiedenti in possesso dei requisiti previsti hanno ottenuto i buoni. L’ utente più anziano vanta ben 96 anni mentre i più giovani sono tre con età tra i 21 e i 22 anni.

Dei 99 beneficiari, ben 40 non avevano mai utilizzato un taxi attrezzato e 19 non conoscevano neanche l’esistenza di tale servizio. L’utenza ha dimostrato di preferire l’uso del taxi attrezzato piuttosto che di altri mezzi per ragioni di comodità (24 risposte), garanzia di un servizio di prossimità (22 risposte), mancanza di alternative (48 risposte).  I voucher sono stati richiesti, nella maggior parte dei casi, per recarsi in  strutture sanitarie o riabilitative (60 risposte) tuttavia, vi sono state richieste anche per un utilizzo del taxi per svago (13 risposte), per lavoro (4 risposte) o per altri motivi (21 risposte) che certamente includono finalità di socializzazione.

Possiamo dire di ritenerci soddisfatti avendo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati e avendo contribuito, da una parte a far conoscere il servizio di taxi attrezzato e dall’altra al benessere di persone anziane e disabili avendo offerto loro la possibilità di uscire e di spostarsi in città con più facilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento