rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Omicidio a Gorizia / Isontino

Massacrato a morte nel suo garage: ecco chi era la vittima

Si chiamava Walter Pappalettera. E' successo a Gorizia in via dei Faiti. Sul posto la Polizia di Stato. Da prime e sommarie ricostruzioni dietro al pestaggio ci potrebbe essere un regolamento di conti, legato agli stupefacenti. E' caccia all'uomo

GORIZIA - Le prime piste investigative portererbbero ad un regolamento di conti, probabilmente per quanto riguarda lo spaccio di stupefacenti. Un uomo di 41 anni, Walter Pappalettera, residente a Gorizia, è stato brutalmente massacrato a morte all'interno del suo garage in via dei Faiti, nel rione di Sant'Anna. Il gravissimo fatto di cronaca è avvenuto nella tarda serata di ieri 17 luglio, verso le 18. I sanitari del 118 hanno tentato in tutti i modi di soccorrerlo ma non c'è stato nulla da fare. Gli aggressori (si parla di almeno cinque, forse sei persone) hanno fatto perdere le loro tracce.

E' caccia aperta alla banda. L'uomo, secondo quanto si apprende, è nipote di un noto impresario edile del Goriziano. Pappalettera è stato pestato a sangue, con calci e pugni e, come da prime indiscrezioni, anche con un oggetto contundente. Sul posto la polizia di Stato del capoluogo isontino. Indaga la Squadra Mobile. Come dichiarato dalla Questura di Gorizia, la causa del decesso del 41enne, che presentava delle ecchimosi al volto ed una ferita lacerocontusa sulla fronte, sarà chiarita dall’esame autoptico che verrà disposto dall’Autorità Giudiziaria titolare dell’indagine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrato a morte nel suo garage: ecco chi era la vittima

TriestePrima è in caricamento